JP Morgan offre un certificato di deposito che rende il 6%, ecco i dettagli - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

JP Morgan offre un certificato di deposito che rende il 6%, ecco i dettagli

La sede di Hong Kong di JP Morgan

Gli investitori statunitensi possono guadagnare fino al 6% acquistando un certificato di deposito a sei mesi di JP Morgan. L’unico problema è che bisogna avere almeno 5 milioni di dollari da impiegare. L’offerta quindi è riservata ai risparmiatori facoltosi. La differenza di rendimento è enorme rispetto ai conti correnti e ai conti di risparmio della banca che danno un ritorno appena dello 0,01%. I certificati di deposito sono titoli vincolati emessi da una banca a fronte di un deposito di una somma di denaro che conferisce il diritto al cliente di ottenere un rimborso del capitale e degli interessi alla scadenza del vincolo.

Attualmente JP Morgan sta pagando il 5% ai clienti che hanno investito nei certificati di deposito minimo 100 mila dollari e il 4% a coloro che hanno messo meno di 100 mila dollari. La nuova offerta, che terminerà sabato, ha altri due inconvenienti oltre al limite di 5 milioni di dollari: il primo è che l’importo massimo investibile è di 100 milioni di dollari; il secondo è che rispetto ad altri prodotti sicuri come i titoli di Stato non si hanno gli stessi vantaggi fiscali.

 

JP Morgan: perché sta offrendo il 6% sul certificato di deposito

JP Morgan come altre banche sta cercando di trattenere il denaro dei risparmiatori nella banca. C’è una tendenza generalizzata infatti a spostare liquidità verso forme più remunerative come i Treasury Bond e i fondi del mercato monetario, a seguito dell’aumento dei tassi d’interesse della Federal Reserve. La tempesta finanziaria che è arrivata nel settore bancario statunitense a marzo del 2023 ha facilitato questo passaggio, sebbene molti clienti delle banche minori abbiano trasferito i loro conti presso istituti di credito più grandi e solidi come JP Morgan. Negli ultimi 12 mesi tuttavia, i depositi nell’unità di asset and wealth management di JP Morgan sono crollati del 22%, in linea con il calo dei depositi presso i competitor Bank of America e Wells Fargo.

I certificati di deposito di JP Morgan al 6% possono rappresentare un’occasione ghiotta per gli investitori, anche perché se la Fed iniziasse ad abbassare i tassi d’interesse, come ha in programma di fare nel 2024, potrebbe essere difficile trovare sul mercato rendimenti di tale portata. Adam Stockton, amministratore delegato della società di dati Curinos, ha affermato che un tasso del 6% è molto raro. “Le banche pagano generalmente tra il 4% e il 5% sui nuovi depositi di gestione patrimoniale rispetto a circa il 2,5% per depositi dei clienti abituali”, ha osservato rimarcando l’opportunità che si presenta sul mercato.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *