La Cina cerca di lasciarsi alle spalle lockdown e crisi immobiliare - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

La Cina cerca di lasciarsi alle spalle lockdown e crisi immobiliare

Pechino, Cina

Il 2022 è stato un altro anno di battaglia contro il Covid per la Cina. Mentre tutti i grandi paesi occidentali riaprivano le loro economie, Pechino ha dovuto più volte adottare lockdown restrittivi. Ora però, dopo le manifestazioni di protesta dei cittadini, anche la Repubblica popolare potrebbe riaprire. Nell’Idea d’investimento di Vontobel Certificati di questa settimana (Clicca QUI per iscriverti), vediamo insieme le prospettive per l’ex Celeste Impero.

 

Il 2022 è stato un anno economicamente complesso per la Cina. La problematica più rilevante è stata quella del Covid-19. Mentre le altre nazioni hanno sostanzialmente rimosso la quasi totalità delle misure restrittive, nell’ex Impero celeste ha continuato a imperversare la politica zero-Covid, basata su misure fortemente restrittive tramite al fine di prevenire l’estendersi dei contagi. Se dopo la prima ondata del virus il Paese sembrava essere il primo a essere tornato alla normalità, nel 2022 la situazione è drasticamente cambiata. Guardando alle previsioni dell’OCSE, il prodotto interno lordo reale della Cina dovrebbe attestarsi al 3,3% nel 2022, ben distante dal target del 5,5% fornito dal governo cinese. Per le stime, nel 2023 il Pil dovrebbe attestarsi al 4,6%, mentre nel 2024 al 4,1%. Se le attese venissero rispettate o disattese al ribasso, si avrebbe anche un’altra indicazione: la fortissima crescita a cui la Cina era abituata sembra essersi placata.

Sono diverse le sfide che attendono Pechino: la prima questione riguarda le misure restrittive. Nelle scorse settimane in Cina si sono viste numerose proteste per i lockdown a cui la popolazione è sottoposta con l’aumento dei contagi causato dalla variante Omicron. Le manifestazioni sembrano aver prodotto qualche risultato, con le misure restrittive che hanno iniziato a essere alleggerite. In un sondaggio condotto da Bloomberg su 16 economisti, emerge come 9 prevedano una riapertura più veloce delle attese. Un altro elemento che le autorità cinesi potrebbero mettere in campo per sostenere la crescita economica è relativo al mercato immobiliare. I rumor di Bloomberg mettono in luce come nella Central Economic Work Conference gli organi decisionali potrebbero scegliere di ammorbidire la loro posizione sulle politiche immobiliari, minimizzando il significato della frase “la casa è per la vita, non per la speculazione” usata dal 2016 per frenare la speculazione nel comparto. Inoltre, altre scelte potrebbero riguardare la fine della campagna di riduzione della leva nel mercato immobiliare, concentrandosi sul rilancio della domanda. La questione che tuttavia crea un forte clima di incertezza, specie nel medio periodo, è la questione delle tensioni con gli USA, specie sul tema di Taiwan. A livello di multipli, l’Hang Seng ha un P/E di 7,20x, più interessante rispetto all’8,91x di fine 2021 e al 19,15x dell’S&P 500.

 

Alibaba: il quadro grafico del gigante dell’e-commerce

Da un punto di vista grafico le azioni Alibaba mostrano una situazione costruttiva, con i prezzi che nelle ultime settimane sono riusciti a riprendersi superando dapprima la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi dell’8 luglio e 26 agosto 2022e il livello orizzontale lasciato in eredità dai minimi del 1° agosto 2022. Al momento, i corsi sembrano ora diretti verso la soglia psicologica dei 100 dollari, anche se un buon miglioramento del quadro tecnico arriverebbe con la rottura della zona compresa tra 130 e 140 dollari. Un’indicazione favorevole al ribasso verrebbe invece evidenziata da una flessione dapprima sotto gli 88 dollari, per poi passare alla violazione dei 74 dollari. In tal caso, si aprirebbero le porte per un test sui minimi annuali.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *