La digitalizzazione dell’India galoppa, ecco come investirvi - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

La digitalizzazione dell’India galoppa, ecco come investirvi

Un business man indiano in camicia bianca, in piedi vicino a una scrivania in un ufficio moderno, con lo smartphone in mano

Bastano pochi numeri per spiegare come mai l’India viene considerata la nuova Cina. Non in quanto “fabbrica del mondo” ma per i suoi ritmi di crescita e la galoppante digitalizzazione.

L’India ha una popolazione di oltre 1,1 miliardi di abitanti, in maggioranza giovani: l’età media raggiungerà i 31 anni solo nel 2030 secondo le proiezioni del World Economic Forum. Per confronto si pensi che già oggi l’età media della popolazione italiana supera i 46 anni. I consumi interni sono attesi quadruplicare entro il 2030 secondo le stime di Bain Consulting mentre, secondo Morgan Stanley, il reddito annuo medio è destinato a raddoppiare entro il 2031. Un ultimo numero, sempre proveniente dal World Economic Forum: il 90% della popolazione con età superiore a 15 anni sarà online entro il 2030.

L’India è quindi oggi un vasto mercato ancora in gran parte da servire e i giganti dell’e-commerce e di internet non possono trascurarlo. Un mercato che nel 2027 avrà un volume d’affari di 170 miliardi di dollari.

 

L’ETF di HANetf per investire nella digitalizzazione dell’India

“L’importanza dell’India nell’economia globale è ormai impossibile da trascurare – esordisce Hector McNeil, co-fondatore e co-amministratore delegato di HANetf -. La vera opportunità, a nostro avviso, è rappresentata dai consumi digitali”.Proprio su questi consumi va a investire l’ETF INQQ India Internet & E-commerce ESG-S UCITS, sviluppato da HANetf in collaborazione con EMQQ Global, disponibile anche su Borsa Italiana.

INQQ è stato progettato per offrire agli investitori un’esposizione mirata alla rapida digitalizzazione dell’India. Il suo sottostante è l’India Internet & E-commerce ESG Screened Index che offre un’esposizione del 100% a società indiane sottoposte a screening ESG. I titoli sono selezionati per garantire che almeno il 50% dei loro ricavi provenga da Internet e/o dal ramo e-commerce.

“Mentre le nazioni sviluppate hanno sperimentato il lusso di internet per decenni, oltre un miliardo di consumatori in India ha appena iniziando ad andare online” aggiunge Kevin Carter, fondatore e direttore degli investimenti di EMQQ global. “Riteniamo che la storia degli investimenti in Internet in India sia una storia che non può e non deve essere ignorata. INQQ consente agli investitori di attingere alle fondamenta di questa crescita, alimentata dal consumatore digitale indiano con un accesso diretto ad uno smartphone” ha proseguito.

 

Le caratteristiche dell’ETF

L’ETF INQQ India Internet & E-commerce ESG-S UCITS, identificato dal codice ISIN IE000WYTQSF9, è un ETF azionario ad accumulazione dei profitti, il cui portafoglio è composto da 26 azioni prevalentemente di società indiane. Il peso dell’India in portafoglio ammonta infatti al 91,5% circa al 1 dicembre 202). Oltre alle azioni indiane è presente un 6,26% di azioni statunitensi e un 1,65% di azioni svedesi.

Essendo un prodotto azionario che investe su azioni di Paesi emergenti, l’indicatore di rischio, riportato nel KIID, è al livello 6 su 7. Il suo Total Expense Ratio è dello 0,86%. Le società in cui investe l’ETF devono ricavare da internet e/o dall’e-commerce almeno il 50% del loro fatturato totale. La selezione è inoltre effettuata sulla base di uno screening ESG.

Le prime dieci società detenute in portafoglio al 4 dicembre 2023 sono:

  1. Zomato – 9,78%
  2. Bajaj Finance – 6,47%
  3. Reliance Industries – 6,45%
  4. Makemytrip – 6,43%
  5. Info Edge (India) – 5,99%
  6. Freshworks – 5,98%
  7. Indian Railway Catering – 5,49%
  8. FSN e-commerce Ventures – 5,13%
  9. PB Fintech – 5,13%
  10. Jubilant Foodworks – 4,78%.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *