La giornata sui mercati in cinque punti con il debutto record di Alibaba
Cerca
Close this search box.

LA GIORNATA SUI MERCATI IN CINQUE PUNTI – 26 NOVEMBRE 2019

ALIBABA

L’accordo tra Usa e Cina che secondo il Global Times includerebbe anche la rimozione delle tariffe sarebbe alle porte. Il debutto di Alibaba non porta in positivo la piazza di Hong Kong

 

Wall Street sui nuovi massimi. Cina e Usa in dirittura di arrivo verso Fase 1?

Secondo il Global Times, l’influente quotidiano cinese, la Cina e gli Stati Uniti hanno raggiunto un ampio consenso sull’accordo commerciale di fase 1, inclusa la rimozione delle tariffe, ma la Cina e gli Stati Uniti differiscono su quante tariffe dovrebbero essere ritirate. E’ la news che porterà nuova linfa sui listini dopo i nuovi record raggiunti ieri a Wall Street?
La giornata sui mercati parte lasciandosi alle spalle una piazza azionaria americana in deciso rialzo e su nuovi massimi grazie ad un cauto ottimismo proveniente dal fronte dei negoziati commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina. Nel weekend, Pechino ha inasprito le pene per le violazioni di proprieta’ intellettuale. E il consigliere per la sicurezza nazionale, Robert O’Brien, ha detto che e’ ancora possibile che la ‘fase uno’ dell’accordo con la Cina possa essere conclusa entro la fine dell’anno. I listini sono stati anche aiutati dall’attivita’ M&A. Tiffany ha guadagnato il 6,17% a 133,25 dollari dopo che il colosso francese del lusso Lvmh ha raggiunto un accordo per acquistare il gioielliere Usa per circa 16 miliardi di dollari in contanti. Mentre Charles Schwab ha aggiunto il 2,30% a 49,31 dollari dopo che la societa’ di investimenti e brokeraggio ha annunciato l’acquisto della concorrente TD Ameritrade (+7,58% a 51,78 dollari) per circa 26 miliardi di dollari. Sempre sul fronte aziendale, eBay (+2,08% a 35,85 dollari) ha detto di aver raggiunto un accordo per vendere StubHub, una piattaforma online di compravendita di biglietti, a Viagogo per 4,05 miliardi di dollari in contanti. E il gruppo farmaceutico svizzero Novartis ha annunciato l’accordo per l’acquisto dell’americana The Medicines Company (+22,25% a 83,80 dollari) per circa 9,7 miliardi di dollari. Sul fronte macro, l’indice che misura l’attivita’ economica nazionale Usa, stilato dalla Federal Reserve di Chicago, e’ sceso dai -0,45 punti di settembre a -0,71 punti. E l’indice manifatturiero relativo all’area di Dallas (Texas) e’ sceso a -2,4 punti dai 4,5 di ottobre.

Alibaba, Ipo da record a Hong Kong e il titolo vola

Il gigante dell’e-commerce è sbarcato sulla piazza azionaria di Hong Kong con un secondary listing, raccogliendo quasi 13 miliardi, il massimo del 2019. Lo sbarco, nonostante le incognite, è stato accolto con ottimismo: il titolo ha immediatamente guadagnato fino al 7,7%, a 190 dollari di Hong Kong nonostante la città sia scossa dal movimento pro-democrazia. In attesa dell’arrivo in Borsa del colosso energetico saudita Aramco, quello di Alibaba è ad oggi il collocamento azionario iniziale è diventato sia il maggiore in quasi dieci anni sulla piazza della città che l’operazione record del 2019 su scala globale. I mercati asiatici presentano segni misti questa mattina con il Nikkey in Giappone che chiude in guadagno dello 0,35%. Piazze cinesi a due velocità con il debutto brillante di Alibaba a Hong Kong che non porta in positivo il listino che scambia sotto la parità cedendo lo 0,11%.

Ddl Bilancio: Conte, trovate coperture per modifiche auto aziendali e plastic tax

Per le modifiche alle misure della Plastic tax e sulle auto aziendali “abbiamo trovato gia’ per buona parte le coperture, siamo in dirittura finale e questa e’ una notizia molto positiva”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso di un forum trasmesso sul suo profilo Facebook. “Ne parlavo col ministro Gualtieri e – ha aggiunto – abbiamo trovato, come si suol dire, la quadra. A Melfi ho annunciato la disponibilita’ del Governo anche a rivedere criticamente la misura sui benefit per le auto aziendali ad uso promiscuo e li’ abbiamo trovato le coperture, anche sulla norma sulla plastica”. Conte ha spiegato che su queste due misure “ci stiamo lavorando al Ministero dell’Economia per alleggerirne assolutamente l’impatto, perche’ ci siamo resi conto che presentano criticita’. Secondo me e’ la forza di un Governo quella di prendere atto delle criticita’ che alcune misure possono arrecare. Misure che sono anche giuste in linea di principio, quindi la finalita’ e’ quella di favorire la transizione energetica e il Green New Deal, ma se sbagliamo tempi, se sbagliamo a modulare le misure, per le imprese ci sono delle ricadute negative che vogliamo evitare. Intanto le imprese italiane si mobilitano contro la plastic tax definita “inutilmente vessatoria vestita da misura di salvaguardia ambientale”. È quanto si legge nel manifesto firmato da Confartigianato, Confapi, Cna, Casartigiani, Confesercenti, Confagricoltura, Confcooperative, Legacoop, Agci e diretto al governo.

Brexit, Johnson: “Addio all’UE sarà regalo di Natale”

La giornata sui mercati guarda anche a Brexit a tre settimane dalle elezioni politiche che assegnano un buon vantaggio ai conservatori. Vista come regalo di Natale e come primo passo per “dar forma a una nuova Gran Bretagna” e “scatenarne tutto il potenziale”. È la promessa di Boris Johnson che, nel presentare il manifesto elettorale del Partito conservatore in vista delle elezioni generali del 12 dicembre, ha sottolineato come il voto sarà “uno dei più cruciali della storia moderna” con una “scelta estrema” tra la vecchia Gran Bretagna e una nazione tutta da riscrivere. Con i sondaggi che danno i conservatori in vantaggio e l’alta possibilità di una solida maggioranza pro Brexit ai Comuni, i toni della sfida politica si sono fatti più aspri: per il leader tory, “l’indecisione di monsieur Corbyn” – come definisce il suo avversario, Jeremy Corbyn – è “un vero incubo” e il suo programma “un manifesto marxista”. Gli investitori sembrano aver ben accolto il possibile scenario di una Brexit concordata con l’Europa nei tempi previsti (entro il 31 gennaio 2020) che potrebbe avverarsi in caso di vittoria dei tories e la sterlina in rialzo sul mercato dei cambi, a 1,2906 dollari nel pomeriggio di ieri. Più problematico per i mercati è invece l’approccio alla Brexit dei laburisti di Corbyn che hanno ribadito nel loro manifesto elettorale di voler rinegoziare l’addio con l’UE e di voler organizzare un secondo referendum. Mattinata in calo per il pound contro dollaro che cede l0 0,11% a 1,2885.

Oggi in agenda fiducia dei consumatori USa

La giornata degli eventi finanziari inizia a Milano con Capital Market Day di Enel, con la presentazione alla comunita’ finanziaria del nuovo piano strategico del gruppo, mentre UniCredit annuncia nuove azioni per raggiungere gli obiettivi Esg. A Roma si tiene l’Alibaba Group’s Business & IPR Protection Summit. Il Tesoro offre in asta CTz e BTp-i per un importo compreso tra 1,75 e 2,5 miliardi. Tra i dati macroeconomici attesi, Acea presenta i dati relativi al mese di ottobre sulle immatricolazioni di veicoli commerciali in Europa (diminuite del 7,3%, dopo il calo del 10% nel mese di settembre), dalla Germania la fiducia dei consumatori a dicembre, l’Istat diffonde i dati sul commercio estero extra Ue a ottobre, dagli Stati Uniti, la fiducia dei consumatori a novembre.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *