Luce e gas: 20 modi per risparmiare sulle bollette - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Luce e gas: 20 modi per risparmiare sulle bollette

Luce e gas: 20 modi per risparmiare sulle bollette

Risparmiare sulle bollette luce e gas. Uno dei grandi problemi che in questo periodo storico stanno vivendo milioni di famiglie italiane riguarda il caro energia, giunto a livelli esorbitanti. In pochi mesi le persone e le attività commerciali si sono viste le bollette 3,4,5 volte tanto quelle che pagavano prima e ciò ha sollevato un allarme generale. Alcune città per ricorrere al risparmio hanno spento le luci a una certa ora della giornata, mentre certi ristoranti sono ricorsi al vecchio sistema delle candele per illuminare il locale. 

Questo la dice lunga sulla gravità della situazione perché soprattutto le aziende energivore non riescono a sostenere costi così alti per andare avanti, con il rischio di dover quantomeno interrompere l’attività. All’interno delle famiglie le condizioni non sono migliori, perché una bolletta così alta finisce per pesare sul bilancio domestico e porta inevitabilmente a contromisure come lo spegnimento del riscaldamento con la stagione invernale in corso.

 

Luce e gas: ecco come è possibile risparmiare sull’energia

A questo punto come correre ai ripari fino a quando a livello istituzionale non verrà trovata una soluzione? Nella giornata internazionale del risparmio energetico ENEA, ente pubblico di ricerca italiano che opera nei settori dell’energia, dell’ambiente e delle nuove tecnologie, ha tracciato un prontuario di 20 accorgimenti che possono essere seguiti per abbassare l’importo della bolletta fino al 10% e in alcuni casi ridurre i consumi fino all’85%. Eccoli di seguito:

 

Lampadine a Led

Una lampadina a Led illumina 5 volte di più di una normale e ha una durata di 15.000 ore in media contro le 7.500 ore di una lampadina a fluorescenza e le 750 ore di una alogena. Con un esborso iniziale esiguo quindi si ottengono dei vantaggi notevoli nel tempo.

 

Diagnosi dell’edificio

Far fare una diagnosi dell’edificio e chiedere l’attestato di prestazione energetica potrebbe essere importante per capire dove intervenire in caso di lavori di coibentazione. Gli interventi hanno il vantaggio anche di usufruire delle detrazioni fiscali e degli incentivi a fondo perduto del Conto termico.

 

Ridurre le dispersioni di energia

Effettuare un lavoro di copertura dell’edificio potrebbe essere dispendioso e quindi è meglio farlo nell’ambito di una spesa di straordinaria amministrazione del palazzo. Tuttavia, i vantaggi sono evidenti, in quanto le dispersioni di energia possono essere ridotte fino al 50%, installando poi anche un caldaia meno potente e che quindi consuma di meno.

 

Isolare il soffitto

Isolare il soffitto attraverso una controsoffittatura consente la dispersione del calore verso l’alto e permette un risparmio di corrente fino al 20%.

 

Doppi vetri agli infissi

Una volta che si decide di coibentare pareti e soffitto, non sarebbe una cattiva soluzione anche mettere i doppi vetri alle finestre e magari sostituire i serramenti con materiali in Pvc e legno.

 

Ridurre il consumo di acqua calda

Meglio fare la doccia che non il bagno caldo, vi sarà un consumo di acqua calda e quindi di energia anche fino a un quarto. Per un bagno caldo si utilizzano infatti dai 120 ai 160 litri di acqua, mentre per una doccia di 5 minuti dai 75 ai 90 e, se si è più veloci facendo ridurre il tempo a 3 minuti, dai 30 ai 50 litri.

 

Attenzione agli elettrodomestici

Gli elettrodomestici sono i più energivori nelle case, in quanto consumano circa il 60% di energia totale. Per questo è molto importante una volta cambiati prestare attenzione alla classe energetica.

 

Utilizzare le multiprese con interruttore

I dispositivi legati a una presa anche quando sono spenti mantengono una luce accesa per tutto il giorno, rimanendo in stand by e consumando energia. Quindi non sarebbe male utilizzare la classica ciabatta dove con il pulsantino si spegne tutto quando non si fa alcun utilizzo dei dispositivi.

 

Sfruttare l’illuminazione naturale

Se è possibile, meglio tenere alzate le tapparelle e aperte le persiane per far filtrare la luce del sole, piuttosto che tenere accese le luci quando non ve ne è bisogno. Alla fine il risparmio di corrente fa la differenza.

 

Energie rinnovabili

Installare un impianto solare fotovoltaico per produrre elettricità, uno termico per l’acqua calda e magari una pala eolica sul tetto comporta una spesa corposa, però alla lunga il ritorno economico è notevole, una volta ammortizzato il costo. E poi vi è anche il bonus fiscale per i lavori.

 

Manutenzione degli impianti

Effettuare una manutenzione costante della caldaia e degli impianti di riscaldamento pulendo accuratamente i filtri significa fare in modo che consumino di meno e quindi risparmiare energia.

 

Misurare la temperatura interna

Una cosa utile è quella di dotarsi di un termometro in grado di misurare la temperatura dell’abitazione in modo da adeguare il riscaldamento. Un pieno comfort si ha con circa 20 gradi, il resto potrebbe essere uno spreco inutile.

 

Non tenere i riscaldamenti accesi sempre

Non è mai consigliabile tenere il riscaldamento in funzione per tutto il giorno. Poi dipende molto dalla zona; in quelle più fredde gli impianti possono essere tenuti accesi per un massimo di 14 ore, mentre nelle zone più miti è sufficiente un limite di 8 ore.

 

Schermare le finestre

Evitare che il calore fuoriesca durante la notte sarebbe una cosa importante, per questo una copertura delle finestre chiudendo ermeticamente le tapparelle e le tende permetterebbe al calore di rimanere tra le mura.

 

Non ingombrare i termosifoni

I termosifoni devono essere lasciati liberi e quindi niente mobili o altri oggetti di fronte. Inoltre, per ridurre la dispersione di calore è bene mettere della carta stagnola tra il calorifero e la parete.

 

Regolare la temperatura in automatico

La possibilità di regolare la temperatura in modo automatico se si dispone di un impianto di riscaldamento dotato di centralina permette di evitare sbalzi di potenza, mantenendo il funzionamento costante e senza sprechi. Attraverso cronotermostati e regolatori elettronici la temperatura può essere adeguata in ogni stanza della casa.

 

Usare le valvole termostatiche

Le valvole termostatiche danno la possibilità di regolare la temperatura in ogni stanza e per giunta sono obbligatorie nel caso in cui il riscaldamento nei condomini sia centralizzato.

 

Usare i contabilizzatori di calore

I contabilizzatori di calore rappresentano un ottimo strumento per dimostrare quanto si consuma e ottenere bonus attraverso bollette meno care. Anche questi sono obbligatori nei condomini con riscaldamento centralizzato.

 

Caldaia a condensazione

Sostituire la vecchia caldaia con una a condensazione consente di trattenere il calore e riutilizzarlo, in quanto i gas di scarico non vengono espulsi immediatamente. L’efficienza delle caldaie a condensazione è dimostrata dal fatto che per funzionare bene devono lavorare a temperature non eccessive, con il vapore acqueo che si condensa sotto i 54 gradi.

 

Sbrinare freezer e frigorifero

La brina che si crea in questi elettrodomestici risulta dannosa perché abbassa l’efficienza energetica. Per questa ragione freezer e frigorifero devono trovarsi distanti dal forno e possibilmente in una stanza non troppo calda.

 

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *