Mannaia SEC su Binance, come comportarsi con Bitcoin? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Mannaia SEC su Binance, come comportarsi con Bitcoin?

Mannaia SEC su Binance, come comportarsi con Bitcoin?

Tredici capi d’accusa. Tra i più gravi, la cattiva gestione dei fondi dei clienti e l’aver mentito alle autorità di regolamentazione sulle proprie attività finanziarie. La scure della SEC si abbatte su Binance, la più grande piattaforma al mondo per la compravendita di Bitcoin e molte altre criptovalute. Binance, secondo l’autorità di regolamentazione del mercato statunitense, avrebbe distratto per anni miliardi di dollari dei propri clienti inviandoli sui conti di una società separata, controllata sempre dal fondatore e amministratore delegato della piattaforma, Changpeng Zhao. Secondo la Sec, Binance avrebbe inoltre raccolto illecitamente i soldi da investitoti americani, gonfiato i propri volumi di trading in modo illecito, nonché eluso i controlli sulle proprie attività di mercato.

 

Bitcoin; quotazioni inserite in un canale discendente, nessuna inversione in vista

La più scambiata delle criptovalute, il Bitcoin, sembra essere impostato al ribasso nel breve termine, nonostante la performance positiva registrata nella seduta di ieri. Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento rialzista che le ha portate a realizzare un massimo nell’intorno della soglia dei 26.200 dollari, per poi rimanere tutto il resto della giornata all’interno di uno stretto trading range.

Nonostante il rialzo di ieri, il recupero rispetto alla forte discesa di lunedì (-4,77%) è pressoché nullo. La moneta digitale, infatti è decisamente sotto pressione, tant’è che dopo il massimo toccato lo scorso 14 aprile sul livello 31.170 i corsi sono sempre costantemente scesi disegnando un canale ribassista con precisi massimi e minimi decrescenti. Certamente nell’immediato non mancheranno altre giornate positive, ma bisogna comunque fare molta attenzione. E’ ancora troppo presto per acquistare Bitcoin: mancano assolutamente evidenze per ipotizzare una inversione di tendenza. Considerata la sua intrinseca volatilità (e i numerosi falsi segnali ai quali ci ha abituato), meglio stare prudenti.

Dal punto di vista operativo, pertanto, come detto, l’ingresso in posizioni long è da sconsigliare, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 25.467 con obiettivo molto vicino al livello 24.500. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sotto dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti proprio lunedì appena passato. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 39.


L’andamento di breve termine del BITCOIN

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *