Azioni Prysmian: cosa fare dopo accordo per acquisire Encore Wire? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Prysmian: cosa fare dopo accordo per acquisire Encore Wire?

Azioni Prysmian: cosa fare dopo accordo per acquisire Encore Wire?

Cosa fare a Piazza Affari con le azioni Prysmian? Vediamo il quadro grafico del titolo dopo che nelle scorse settimane la società ha stipulato un accordo per l’acquisizione di Encore Wire a un prezzo di 290 dollari per azione, con un premio di circa il 20% rispetto alla media ponderata a trenta giorni delle quotazioni della società oggetto dell’offerta alla data di venerdì 12 aprile 2024 e pari a circa 29% rispetto alla media ponderata a novanta giorni. L’operazione valorizza Encore Wire a circa 3,9 miliardi di euro, un multiplo di 8,2 volte  rispetto al margine operativo lordo 2023 e di 6,3 volte includendo la stima delle sinergie a regime.

Il perfezionamento dell’accordo, che è stato approvato all’unanimità dai consigli di amministrazione di entrambe le società, è previsto nel secondo semestre del 2024, previa approvazione della maggioranza degli azionisti con diritto di voto di Encore Wire e delle autorità competenti, nonché al verificarsi di altre condizioni sospensive tipiche per questo genere di transazione.

 

Azioni Prysmian: le quotazioni puntano al massimo storico

Le azioni Prysmian, quotate sul FTSE Mib, sembrano essere impostate al rialzo nel breve termine. Dopo il minimo toccato lo scorso 25 ottobre 2023 sul livello 33,26 euro, l’azione ha ripreso a salire con forza posizionandosi al di sopra di ben tre linee di tendenza ascendenti, una più inclinata dell’altra, fino a raggiungere a metà aprile il proprio massimo storico a quota 52,38. Da quel momento il movimento rialzista di Prysmian si è arrestato con un veloce e fisiologico ritracciamento che si è appoggiato sulla media mobile a 25 periodi.

In realtà non si è trattato di un vero e proprio ribasso, quanto piuttosto di una fase di consolidamento laterale nella quale i corsi si sono mossi in trading range tra i livelli 48,64 e 50,82, sempre sostenuti dal già citato indicatore in qualità di supporto. Il seppur timido andamento positivo delle recenti giornate, quindi, appare un segnale di forza delle quotazioni che sembrano avere tutta l’intenzione di effettuare un rimbalzo e, nell’immediato, raggiungere nuovamente (ed eventualmente superare) il massimo storico.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 51,60 con target nell’intorno dei 52,38 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 50,68 con obiettivo molto vicino al livello 50. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra sia dell’indicatore Supertrend che dell’indicatore Parabolic Sar. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di neutralità vicino al livello 62.

 


L’andamento di breve termine del titolo PRYSMIAN

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *