Saipem: ecco caratteristiche e condizioni dell’aumento di capitale al via

Saipem: ecco caratteristiche e condizioni dell’aumento di capitale al via

Saipem: ecco caratteristiche e condizioni dell’aumento di capitale al via

Saipem sprofonda oggi a Piazza Affari, registrando un passivo del 17%. A innescare le vendite la delibera da parte del Consiglio di Amministrazione della società di aumentare il capitale azionario per 2 miliardi di euro. La compagnia energetica offrirà agli azionisti 1.974.327.430 azioni ordinarie, con un rapporto di 95 nuove azioni per ognuna ordinaria o di risparmio detenuta, a un prezzo di sottoscrizione di 1,013 euro. 

I nuovi titoli verranno emessi a un prezzo scontato di circa il 30% del valore delle azioni calcolato sulla base dell’ultima chiusura di Borsa a 42,03 euro. Al riguardo, l’operazione è stata segnalata da Borsa Italiana come fortemente diluitiva. La sottoscrizione delle nuove azioni durerà 2 settimane e potrà essere effettuata a partire da lunedì 27 giugno fino a lunedì 11 luglio, con i diritti che saranno quotati fino al 5 luglio. I diritti di opzione non esercitati entro i termini saranno offerti su Euronext Milan il 12 luglio e il 13 luglio.

 

Saipem: il contratto di sottoscrizione con le banche

Secondo quanto riferito da Saipem, i due azionisti che costituiscono la maggioranza del capitale con il 44% delle azioni, ovvero ENI e CDP, si sono già impegnati a sottoscrivere le nuove azioni proporzionalmente alla quota di partecipazione. BNP Paribas, Citigroup, Deutsche Bank, HSBC, IntesaSanpaolo, UniCredit, ABN AMRO, Banca Akros, Banco Santander, Barclays, BPER, Goldman Sachs International, Société Générale e Stifel si sono impegnati a partecipare in base al contratto di garanzia relativo all’aumento di capitale sottoscritto con Saipem. 

Questo prevede che, vi è la copertura da parte del Consorzio bancario per la parte delle nuove azioni non sottoscritte al termine dell’asta dell’inoptato fino a un importo massimo complessivo pari a circa 1,12 miliardi di euro, equivalenti alla differenza tra il valore complessivo dell’aumento di capitale e il valore delle nuove azioni oggetto dell’impegno di sottoscrizione di ENI e CDP.

Saipem: aumento di capitale inscindibile

La società ha inoltre comunicato che l’aumento di capitale ha natura inscindibile, il che significa che verrà perfezionato solo se vi sarà la copertura di tutti i 2 miliardi di euro previsti per la sottoscrizione. Questo perché l’importo serve per ottenere un livello di patrimonializzazione tale da superare lo stato di difficoltà in cui si trova l’azienda dal punto di vista economico, patrimoniale e finanziario quest’anno, oltre che per allinearsi ai target del Piano Strategico 2022-25. 

Qualora quindi non si dovesse raggiungere l’obiettivo dell’intera sottoscrizione, non ci sarà alcuna consegna delle nuove azioni. Questo significa che coloro che hanno acquistato i diritti di opzione durante il periodo di offerta potrebbero andare incontro a una perdita pari all’esborso per l’acquisizione di tali diritti. Infine, le azioni verranno accreditate solo quando vi sarà la comunicazione dell’esito (positivo) definitivo dell’aumento di capitale.

 

Saipem: l’opinione degli analisti sull’aumento di capitale

L’aumento di capitale di Saipem ha scosso il titolo alla Borsa di Milano, bruciando oltre 130 milioni di capitalizzazione. Secondo Fabio Caldato, partner di Olympia Wealth Management, ciò che ha sorpreso il mercato è il dettaglio relativo alla indisponibilità delle nuove azioni fino alla fine del periodo di esercizio e questa non è una scelta che fa felice il mercato. A suo giudizio, sarebbe opportuno prestare attenzione all’andamento del titolo prima di investire, considerando che gli investitori istituzionali in questo momento mantengono una certa cautela. 

Per gli analisti di Banca Akros, l’aumento di capitale comunque rappresenta un fattore chiave per il raggiungimento dei target del Piano Strategico. Questo stabilisce una crescita annua dei ricavi del 15% e una ripresa dei margini costante.

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

NAVIGAZIONE ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

VIDEO

La seconda puntata della nuova settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo