Stagflazione: per Bill Gross pericolo per USA, lontani da azioni
Cerca
Close this search box.

Stagflazione: per Bill Gross pericolo per USA, lontani da azioni

Stagflazione: per Bill Gross pericolo per USA, lontani da azioni

L’America rischia di rivivere la stagflazione secondo Bill Gross. Il re delle obbligazioni, co-fondatore del gigante del reddito fisso Pimco, ha dichiarato che il rischio che si profili una situazione di alta inflazione e di recessione economica è molto alto. Secondo l’investitore 77enne la Federal Reserve si trova un pò come ammanettata, perché oggi l’inflazione ha raggiunto un livello così elevato che non si può essere troppo aggressivi sui prezzi senza impattare in maniera esiziale sul valore delle attività, generando turbolenze nei mercati finanziari.

I prezzi al consumo sono cresciuti fino al 7,5% negli Stati Uniti, come non accadeva dal 1982, il che ha messo in una stretta la Banca Centrale statunitense al punto che il primo rialzo dei tassi nel mese di marzo sembra inevitabile. Il problema è fin dove si spingerà il FOMC, alla luce di quanto sta accadendo in questo momento con la guerra in corso Russia-Ucraina. Forzare troppo la mano potrebbe equivalere a rimandare nuovamente l’America a rivivere gli spettri del periodo più nero della pandemia, dove l’economia vedeva le imprese chiudere sterminando posti di lavoro.

Questa settimana il Governatore della Fed Jerome Powell ha testimoniato davanti al Congresso, lasciando a intendere che il costo del denaro sarà elevato di un quarto di punto a marzo. Nel contempo però ha cercato di rassicurare i mercati sulla vigilanza dell’istituto centrale in merito alla situazione dell’economia, rendendosi pronto a intervenire in caso di necessità. È probabile che nella conferenza stampa del 16 marzo, al termine della 2 giorni di riunione della Banca Centrale a stelle e strisce, Powell lanci un messaggio simile al mercato cercando di dosare le parole per non urtare ulteriormente i nervi già tesi per quanto accade nell’Est Europa.

Bill Gross: ecco perché bisogna stare lontani dalle azioni

Cosa fare dunque con i propri risparmi? Come proteggere i propri portafogli dal rischio stagflazione? I mercati azionari sono legati a doppio filo all’atteggiamento che terrà la Fed, come del resto lo sono da anni. Il grande rally di lungo periodo delle azioni è stato sostenuto dalla politica monetaria largamente accomodante, con tassi d’interesse che hanno viaggiato in prossimità dello zero per un tempo indefinito. Gross ritiene che il mercato azionario sia guidato per il 30%-40% da tassi d’interesse più bassi, ma soprattutto da tassi d’interesse reali più bassi. Aumentare oggi il costo del denaro di 50, 100, 150 punti base, per l’esperto significa che l’impatto sulle azioni è notevole, perché il flusso di guadagni a termine subirebbe uno sconto consistente. Per questo Bill Gross ritiene che, con il rischio di stagflazione in vista, si debba stare molto attenti e prudenti. In questa ottica, dichiara di non voler essere un acquirente di azioni e che sia possibile ottenere un rendimento decente anche senza correre il rischio dell’equity. Nell’ambito della selezione prudente, Gross ha detto di avere interessi in oleodotti e attività esentasse.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *