Stellantis, accordo con Symbio per l’idrogeno, cosa fare con l’azione in Borsa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Stellantis, accordo con Symbio per l’idrogeno, cosa fare con l’azione in Borsa?

Un furgone a idrogeno di Stellantis

Stellantis ha fatto ufficialmente il suo ingresso nel campo della produzione di celle di combustibile a idrogeno (fuel cell), sottoscrivendo un accordo vincolante per l’acquisizione del 33,3% del capitale di Symbio. L’operazione, portata a termine dopo un periodo di trattative in esclusiva iniziato lo scorso dicembre, vedrà il gruppo guidato da Carlos Tavares affiancare nell’azionariato dell’azienda francese altre due grandi realtà dell’industria automobilistica transalpina: la multinazionale degli pneumatici Michelin e il produttore di componentistica Faurecia, che manterrano ciascuno una partecipazione pari al 33,3%.

Le tre società non hanno rivelato i dettagli finanziari dell’intera operazione, ma ne hanno sottolineato alcuni aspetti strategici, definendo la transazione “un passo significativo nella decarbonizzazione del settore della mobilità” e una “dimostrazione dell’eccellenza tecnologica di Symbio”. Inoltre, l’ingresso di Stellantis tra gli azionisti favorirà lo sviluppo dell’azienda in Europa e negli Stati Uniti. Symbio punta a produrre 50.000 celle a combustibile all’anno entro il 2025 presso un impianto in fase di costruzione a Saint-Fons, nell’area metropolitana di Lione. La fabbrica inizierà la produzione nella seconda metà del 2023 e sarà uno dei capisaldi del progetto HyMotive per raggiungere una capacità produttiva totale in Francia di 100.000 sistemi all’anno entro il 2028 e creare 1.000 posti di lavoro.

“L’acquisizione di una partecipazione paritaria in Symbio rafforzerà la nostra posizione di leadership nei veicoli a idrogeno, a supporto della produzione di furgoni a celle a combustibile in Francia, e rappresenta un perfetto complemento alla nostra crescente offerta di veicoli elettrici a batteria” ha commentato Tavares. “In un momento in cui procediamo con il nostro piano strategico Dare Forward 2030 e siamo impegnati ad azzerare le emissioni nette di carbonio entro il 2038, stiamo considerando ogni strumento tecnologico a nostra disposizione per combattere il riscaldamento globale. Le celle a combustibile a idrogeno sono essenziali e Symbio diventerà un attore di rilievo nella battaglia per proteggere le generazioni future”.

 

Stellantis, quotazioni sotto pressione 

Il titolo Stellantis sembra essere impostato al ribasso nel breve termine, anche grazie alla performance molto negativa registrata nella seduta di ieri (-3,70%). Dopo un’apertura in gap down (rimasto aperto nell’intraday a 14,700), infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 14,146, per poi chiudere sul finale non distante a quota 14,156.

Dopo lo stacco del dividendo avvenuto lo scorso 24 aprile, l’azione ha cominciato a muoversi all’interno di un ampio trading range compreso tra i livelli 14,174 e 15,566, senza alcuna direzionalità e con poche occasioni di trading se non comperare sui supporti e vendere sulle resistenze. Fin qui niente di nuovo. Il problema, invece, è sorto proprio ieri e sarà di fondamentale importanza il comportamento di Stellantis nella giornata di oggi. Il titolo, infatti, ha appena violato (anche se di poco) il livello inferiore della congestione, cosa che potrebbe innescare un vigoroso rimbalzo oppure un’accelerazione ribassista che porterebbe i corsi a toccare almeno la soglia dei 14 euro.

Dal punto di vista operativo, pertanto, in attesa di ulteriori sviluppi, meglio dilatare i segnali di ingresso: posizioni long al superamento del livello 14,500 con target nell’intorno dei 15 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione conclamata di quota 14 con obiettivo molto vicino al livello 13,500. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sotto dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti la settimana scorsa. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 35.


L’andamento di breve termine del titolo STELLANTIS

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *