Telecom Italia: in arrivo un'offerta congiunta tra il fondo KKR e CVC?

Telecom Italia: in arrivo un’offerta congiunta tra il fondo KKR e CVC?

Telecom Italia: in arrivo un'offerta congiunta tra il fondo KKR e CVC?

La trattativa per l’acquisizione di Telecom Italia potrebbe avere una svolta. Nelle ultime ore 2 dei contendenti, il fondo americano KKR e la società finanziaria di private equity britannica CVC Capital Partners, stanno discutendo di una collaborazione per elaborare un’offerta congiunta sulla compagnia di telecomunicazioni italiana.

L’obiettivo sarebbe quello di ammortizzare l’onere finanziario derivante dall’operazione di leverage buyout, che si profila essere la più grande in tutta Europa. L’ipotesi ha preso corpo dopo che un altro player, la società americana di private equity Advent International, ha per ora abbandonato il tavolo della partita, visto che il Governo italiano sembra sostenere l’avanzata di KKR.

 

CVC il partner ideale del fondo KKR?

Nei giorni scorsi il fondo americano aveva lanciato un’OPA amichevole per la totalità delle azioni TIM, dopo un colloquio con il Presidente del Consiglio Mario Draghi da cui sembra abbia ricevuto il placet per portare avanti l’operazione. Ricordiamo che il Governo può esercitare sempre il Golden Power ponendo il veto a qualunque tentativo di scalata da parte di soggetti terzi.

L’offerta di KKR è di 0,505 euro per azione, il che corrisponde a una valutazione societaria di 10,8 miliardi di euro. Una proposta questa che è stata considerata troppo bassa dal socio di maggioranza Vivendi SE. Per questo motivo ora il fondo si chiede di quanto dovrebbe essere adeguato il rilancio per poter ottenere il benestare da parte degli azionisti più reticenti.

Allo scopo quindi KKR potrebbe coinvolgere un partner, sebbene abbia tutta la capacità finanziaria di operare da solo. Al più potrebbe tirare dentro alcuni dei suoi soci accomandanti per partecipare all’investimento. CVC potrebbe però essere un buon compagno di viaggio, in quanto è una delle più grandi private equity del mondo e ha già effettuato investimenti in Italia che hanno riguardato la società di servizi finanziari Cerved Group e la casa farmaceutica Recordati.

 

Telecom Italia: Gubitosi pronto alle dimissioni

I tempi comunque stringono, anche perché l’Amministratore Delegato di TIM Luigi Gubitosi ha inviato una lettera al Consiglio di Amministrazione con la quale esorta lo stesso ad agire in fretta sull’offerta di KKR e annuncia di essere pronto a dimettersi se ciò serve a velocizzare le operazioni. Tra l’altro nella missiva il 60enne napoletano ha sollecitato la nomina di promotori finanziari che supportino il CdA a favorire l’accesso ai libri contabili di Telecom Italia a KKR in modo da valutare meglio la sua proposta.

Questo alla luce soprattutto di un’offerta più alta dopo l’opposizione di Vivendi SE, che detiene la maggioranza delle azioni e dei diritti di voto con una quota del 24%. La società francese mira sempre a estromettere Gubitosi dalla guida dell’azienda, approfittando della mancata applicazione della passivity rule, la regola che vieta agli amministratori di intraprendere azioni difensive in una società sotto OPA senza prima aver ottenuto il consenso dall’Assemblea degli azionisti.

Tutto quanto comunque deve passare sempre dal Ministero dell’Economia, che attraverso Cassa Depositi e Prestiti ha un pacchetto azionario del 9,8% di TIM ma che soprattutto può esercitare il Golden Power. Draghi al riguardo ha istituito una task force di ministri ed esperti per valutare l’offerta di KKR e l’evolversi della situazione, la quale potrebbe avere un’escalation di tensioni nei prossimi giorni al vertice dell’azienda di Stato. Il titolo TIM intanto continua a salire a Piazza Affari. Oggi guadagna l’1,5% portando al 41% la performance della settimana, da quando cioè è uscita la notizia dell’interessamento del fondo americano.

 

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

Post correlati

Coinbase: Cathie Wood non perde la fiducia e accumula azioni

Calpers: ecco cosa ha comprato e venduto il più grande fondo pensione USA

McDonald’s lascia la Russia: a Wall Street cosa fare con titolo?

BSN: cos’è e come funziona la blockchain non crittografica della Cina

Obbligazioni: con prezzi in discesa sono un’occasione d’acquisto?

Lascia un commento