Unicredit abbassa lo step down dei cash collect - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Unicredit abbassa lo step down dei cash collect

Una vista al tramonto dell'Unicredit tower a Milano

Unicredit spinge un po’ più in là le opportunità dei suoi certificati Cash Collect abbassando il valore che permette di ottenere il rimborso anticipato. Nella nuova emissione composta da 14 strumenti quotati sul SeDeX di Borsa Italiana, infatti, è presente un meccanismo step down che invece di partire dal 100% del valore iniziale dei sottostanti, parte dal 95%. Ciò significa che fin dalla prima data di valutazione autocallable l’investitore potrà ottenere il rimborso del certificato anche se uno o i sottostanti hanno perso valore moderatamente (fino al 5%).

La nuova emissione prevede il pagamento di premi periodici mensili condizionati che vanno dallo 0,85% (10,2% annualizzato) dell’ISIN DE000HD5EZW9 su Ferrari, Ford e Stellantis all’1,31% (15,72% annualizzato) previsto per gli ISIN DE000HD5F015 su Banco BPM, Enel, Intesa Sanpaolo e Stellantis e DE000HD5EZV1 su Bbva, Banco BPM, Tenaris e Unicredit. I certificati sono dotati di effetto memoria che permette il recupero dei premi eventualmente non pagati alla prima occasione utile nella quale se ne verificano le condizioni. La durata massima dell’investimento è di 3 anni ma già a partire dal sesto mese dal collocamento è possibile la scadenza anticipata.

 

Il funzionamento dei certificati emessi da Unicredit

Per i primi cinque mesi, a partire dalla data di osservazione del 20 giugno 2024 i certificati della nuova emissione di Unicredit non scadono anticipatamente ma pagano un premio se la quotazione di tutti i sottostanti che compongono il paniere è superiore o pari alla Barriera. Le Barriere sono posizionate al 50%, 55% o 60% del valore iniziale dei sottostanti a seconda dell’ISIN scelto. Da ricordare che eventuali premi non pagati possono essere sempre recuperati grazie all’effetto memoria.

A partire dalla data di osservazione del 21 novembre 2024 entra in gioco la scadenza anticipata. Questa si verificherà se la quotazione di tutte le azioni che compongono il paniere sottostante quotano al di sopra o alla pari con il Livello di rimborso anticipato. Questo livello è pari al 95% del valore iniziale dei sottostanti nelle prime cinque finestre mensili, scende al 90% nelle successive cinque e così via fino a terminare al 70% nell’ultimo semestre prima della scadenza finale.

Pertanto, anche in caso di ribassi di uno o tutti i sottostanti contenuti nel 30% dal valore iniziale, l’investimento si concluderà con un esito positivo e la restituzione del valore nominale del certificato (100 euro) oltre al premio relativo al periodo e i premi eventualmente non pagati in occasioni precedenti.

I premi verranno peraltro pagati, ma senza scadenza anticipata, se alle date di osservazione tutti i sottostanti quotano a un valore pari o superiore alla Barriera.

Alla data di osservazione finale del giugno 2027, infine, si potranno verificare tre scenari:

 

  1. se tutti i sottostanti che compongono il paniere quotano a un valore pari o superiore alla Barriera premio viene restituito il valore nominale del certificato, il premio relativo al trimestre e i premi eventualmente non pagati nelle date di osservazione precedenti;
  2. 2) se la quotazione anche di un solo sottostante (il Worst of) è inferiore alla Barriera premio ma superiore alla Barriera capitale, non viene pagato alcun premio ma si ha diritto al rimborso del valore nominale;
  3. 3) se il sottostante Worst of quota sotto la Barriera capitale viene restituito un importo commisurato alla performance di questo sottostante.

 

La composizione dei panieri sottostanti

L’emissione di Step-Down Cash Collect di Unicredit, quotata su SeDeX, è composta da 14 certificati su panieri composti da tre o quattro azioni, italiane ed estere. Per quanto riguarda i panieri in cui sono presenti azioni estere, l’effetto del cambio con l’euro viene annullato dalla presenza dell’opzione Quanto.

L’emissione vede la presenza di alcuni panieri settoriali come turismo & viaggi, banche italiane, banche europee, auto (3 certificati) e spedizionieri. La metà dei prodotti emessi ha come sottostanti sole azioni italiane.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *