Unicredit: utile primi nove mesi a 4 miliardi. Alzate stime su 2022
Cerca
Close this search box.

Unicredit: utile primi 9 mesi a 4 miliardi, alzate stime su 2022

Unicredit: utile primi 9 mesi a 4 miliardi, alzate stime su 2022

Terzo trimestre in crescita per UniCredit, che ha anche migliorato la guidance finanziaria dell’esercizio 2022. Se si esclude la Russia, il gruppo bancario è riuscito a registrare un’ottima crescita dei ricavi. A compensare l’impatto negativo una tantum legato al TLTRO III e l’impatto della volatilità del mercato delle commissioni ci sono state le attività legate alla clientela e le dinamiche dei tassi d’interesse. I ricavi netti sono stati pari a 4,2 miliardi di euro nei primi nove mesi dell’anno, registrando un aumento del 6,8% anno su anno.

 

Unicredit, un buon trimestre

Il Consiglio di Amministrazione di UniCredit ha approvato i risultati consolidati al 30 settembre 2022, relativi ai primi nove mesi dell’anno e al terzo trimestre 2022. Il gruppo, escludendo l’impatto della Russia, ha registrato un’ottima crescita dei ricavi. Le attività legate alla clientela e le dinamiche dei tassi d’interesse sono riuscite a compensare l’impatto negativo legato al TLTRO III e la volatilità del mercato delle commissioni: i ricavi netti si sono attestati a 4,2 miliardi di euro. Se si esclude l’impatto negativo una tantum legato al TLTRO III, UniCredit ha registrato ricavi netti per 4,6 miliardi di euro, con un aumento del 14,6% anno su anno. L’utile netto, invece, è stato pari a 1,3 miliardi di euro, con una robusta generazione organica di capitale di 42 punti base.

Se si esclude la Russia, nel terzo trimestre 2022 i costi operativi sono scesi del 3,1% anno su anno. Questo conferma la volontà di UniCredit di gestire metodicamente la base dei costi, cercando di garantire, nello stesso tempo, la generazione dei ricavi.

Il CET1 ratio del 15,41% conferma la solida posizione patrimoniale, che si era già potuta dedurre dalla seconda tranche di riacquisto di azioni proprie nel corso del 2021: un’operazione da 1 miliardo di euro, che è in linea con il programma di distribuzione agli azionisti relativo all’esercizio 2021, pari a 3,75 miliardi di euro.

Andrea Orcel, Amministratore Delegato di UniCredit, ha spiegato:

“Nei primi nove mesi dell’anno abbiamo raggiunto un utile netto record di 4 miliardi di euro, escludendo la Russia, (3,8 miliardi di euro per l’intero Gruppo), superando l’intero anno 2021, a dimostrazione della crescita del nostro business caratterizzato da elevata redditività aggiustata per il rischio e a basso assorbimento di capitale. Il cambio di passo in termini di eccellenza operativa riflette la positiva dinamica commerciale, un contesto di tassi d’interesse favorevole, disciplina sui costi, basso costo del rischio e, soprattutto, il costante impegno delle nostre persone e ci consente di migliorare ulteriormente la nostra guidance per l’intero anno 2022 con un utile netto superiore ai 4,8 miliardi di euro. Tutto ciò, combinato con il significativo miglioramento nell’efficienza del capitale ci permette inoltre di migliorare la guidance per l’intero anno 2022 con una generazione organica di capitale di oltre 200 punti base”. 

Esposizione verso la Russia

UniCredit ha ridotto del 50% l’esposizione cross-border verso la Russia. Questa operazione è stata effettuata attraverso delle azioni proattive e disciplinate. L’impegno di UniCredit, in questo momento, è quello di mantenere un progressivo approccio de-risking. Se si esclude la Russia, il Costo del Rischio è a 20 punti base, rimanendo, quindi, ampiamente sotto la guidance, che per il 2022 è stata migliorata a 25 punti base.

 

AUTORE

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo, giornalista, ha una laurea in materie letterarie ed ha iniziato ad occuparsi di economia fin dal 2002, concentrandosi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i suoi interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrive di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *