Unione Europea: il pmi evidenzia debolezza economica

UNIONE EUROPEA: IL PMI EVIDENZIA DEBOLEZZA ECONOMICA

fiducia

Il preliminare dell’indice Pmi manifatturiero europeo per il mese di agosto si è attestato a 47,0, sopra le attese e al precedente che erano rispettivamente pari a 46,3 e 46,5. Il dato però ha evidenziato una situazione di debolezza economica a livello dell’Unione.

Il preliminare dell’indice Pmi composito si è attestato invece a 51,8 a fronte di stime di 51,2 e sopra al precedente che era pari a 51,5, sostenuto dall’indice dei direttori agli acquisti del settore dei servizi che, nel mese di agosto, ha riportato un valore di 53,4.

ANALISI
L’indice Pmi manifatturiero dell’Eurozona ha mostrato un aumento dai minimi registrati nel mese di luglio 2019 quando il valore dell’indice era pari a 46,4, nonché minimo dal 2013. Il valore massimo dell’indice negli ultimi 5 anni è stato registrato nel mese di dicembre 2017 quando era pari a 60,6.

DETTAGLI
Mentre il settore dei servizi in Europa continua a crescere, il settore manifatturiero evidenzia debolezza a causa dei nuovi ordini di esportazioni che sono diminuiti per l’undicesimo mese di fila. ad impattare sul Pmi concorre anche il basso tasso di crescita dell’occupazione ed a livello europeo ed il sentiment delle imprese per il prossimo futuro è negativo

Nel dettaglio per paese, la Germania continua a sottoperformare a causa della minor creazione di nuovi posti di lavoro e della diminuzione dei nuovi ordini. Il preliminare del Pmi manifatturiero tedesco per il mese di agosto infatti si è attestato sotto la media europea a 43,6

Passando alla Francia, il preliminare del Pmi manifatturiero nel mese di agosto ha evidenziato una crescita economica. L’indice si è attestato a 51,0, sopra le attese e il precedente che erano rispettivamente di 49,5 e 49,7. In crescita anche il Pmi dei servizi francese, che si è attestato a 53,3, sui massimi degli ultimi 9 mesi. L’economia della Francia è sostenuta dall’incremento dei nuovi ordini che sono cresciuti ulteriormente nel mese di agosto. Altri benefici sono stati apportati dall’aumento dell’occupazione, sia nel settore pubblico che in quello privato

MOVIMENTO DI MERCATO
A seguito dell’uscita del dato l’euro si è indebolito contro le principali valute. L’euro dollaro è passato da quota 1.1110 a 1.1063, minimo di giornata.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.