Wall Street sostenuta dal taglio dei dazi e dati macro
Cerca
Close this search box.

WALL STREET SOSTENUTA DAL TAGLIO DEI DAZI E DATI MACRO

s&p 500

Wall Street in rialzo verso nuovi record dopo le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che si sono attestate a 202.000 unità, inferiori alle attese (215.000). Il Dollaro si rafforza sull’Euro

Richieste di sussidio di disoccupazione Usa e prima settimana di febbraio: scendono più delle attese. I numeri pubblicati sono risultati pari a 202.000 unità, evidenziando così una discesa di 15.000 rispetto al dato della settimana precedente di 217.000 (rivisto da 216 mila). Le stime degli analisti erano per una contrazione più bassa fino a 215.000 unità.

Le ultime settimane

Secondo il Dipartimento del Lavoro americano, la media delle ultime quattro settimane (più precisa per valutare lo stato di salute del mercato del lavoro), si è assestata a 211.750 unità, in calo di 3.000 unità rispetto ai 211.750 della settimana precedente. Nella settimana al 25 gennaio, le richieste continuative di sussidio sono calate a 1.751.000, con un incremento di 48.000 unità rispetto al dato rivisto della settimana precedente di 1.703.000. Il consensus era di 1.720.000.

La reazione del mercato 

Sul fronte valutario reazione immediata del Dollaro che si è rafforzato nei confronti dell’Euro: il cambio è sceso sotto quota 1.10 a 1.09.75.

euro dollaroGrafico Euro/Dollaro by TradingView

Wall Street

La Borsa di New York ha aperto la seduta in rialzo sostenuta dalla decisione della Cina di tagliare i dazi su prodotti made in Usa per 75 miliardi di dollari. Mentre si scrive il Dow Jones guadagna 0,15%, l’S&P 500 lo 0,3% e il Nasdaq lo 0,4%.

S&p500Grafico S&P500 by TradingView

I migliori

Tra i titoli in evidenza Philip Morris che guadagna il 5%. Il gruppo ha chiuso l’esercizio 2019 con un giro d’affari in crescita dello 0,6% a 29,805 miliardi di dollari e con un utile operativo rettificato a 11,760 miliardi (+3,4%). Nel quarto trimestre i ricavi sono aumentati del 2,9% a 7,713 miliardi di dollari.

Bene anche Twitter (+12%). Il social media ha annunciato ricavi trimestrali superiori alle attese (1,01 miliardi di dollari contro i 996,7 milioni del consensus).

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *