Amplifon: dati del primo trimestre rilanceranno titolo? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Amplifon: dati del primo trimestre rilanceranno titolo?

Amplifon: dati del primo trimestre rilanceranno il titolo?

Nonostante i buoni dati riguardanti il primo trimestre del 2022 per Amplifon quella odierna è una seduta contrassegnata da debolezza, con i prezzi che proseguono quella fase correttiva partita nel mese di aprile. Nello specifico l’azienda italiana, che si occupa dell’applicazione e commercializzazione di apparecchi acustici, ha terminato i primi tre mesi del 2022 con ricavi in salita del 15,7% a 495,8 milioni di euro in scia ad un’ottima crescita organica superiore ai competitors. Non delude l’Ebitda che passa dai 92,9 milioni dello stesso periodo del 2021 agli attuali 112,9 milioni di euro con un incidenza sui ricavi pari al 22,8%, mentre l’Ebit è in aumento del 28,5% portandosi a 55,2 milioni di euro.

Per quanto riguarda il risultato netto questo risulta in crescita di oltre il 34% portandosi a 32,8 milioni di euro, mentre per quanto riguarda l’indebitamento si passa dagli 871,2 milioni di euro a fine 2021 agli attuali 868,8 milioni di euro. Nel corso dei primi tre mesi dell’anno la società ha proseguito la sua espansione con l’acquisto di 58 negozi in particolar modo in Francia, Germania e soprattutto Cina.

Alla luce dei risultati presentati Amplifon conferma le linee guide comunicate nei mesi passati procedendo a ritmo sostenuto nell’esecuzione del proprio piano strategico. Quali sono quindi le motivazioni che anche oggi stanno spingendo al ribasso il titolo? Forse proprio la crescita in Cina (140 i negozi presenti), con il Paese asiatico che in questo momento si trova alle prese con nuove restrizioni, potrebbe essere il motivo che sta impattando negativamente sulle quotazioni.

 

Azioni Amplifon: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo quindi a vedere cosa ci dice lo studio del grafico. Come sottolineato in precedenza al momento viene confermato quel trend discendente innescatosi nel mese di aprile quando il titolo Amplifon scambiava nei pressi dei 43,50 euro. Nel breve da monitorare saranno i primi sostegni situati sui 36,70 euro per evitare una continuazione delle vendite che avrebbero un prossimo target sui 35,90 euro e successivamente un test sui minimi degli ultimi 10 mesi posti in area 34 euro.

Al contrario un primo segnale di positività si avrebbe con il break dei massimi della scorsa settimana posti sui 38,75 euro oltre i quali si dovrebbero avere allunghi verso la soglia dei 40 euro. Solo dinanzi al superamento di quest’ultimi livelli che si avrebbe un miglioramento della struttura grafica aprendo la strada per l’azione ad un test sia sulla media mobile di lungo periodo che sul supertrend che transitano in area 41,25 euro.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *