Amundi, nel piano strategico al 2025 tre mld di dividendi - Borsa e Finanza

Amundi, nel piano strategico al 2025 tre mld di dividendi

Amundi ha presentato il suo piano strategico al 2025

Amundi, società di gestione del risparmio leader in Europa e tra le prime dieci al mondo con oltre 100 milioni di clienti, ha pubblicato il sui piano strategico al 2025. Un piano destinato ad affrontare un contesto difficile e sfidante con rischi geopolitici e venti contrari in economia ma con la consapevolezza di essere tra i leader dell’asset management globale e di avere le capacità per sfruttare le tendenze positive di lungo termine:

  • aumento del divario previdenziale in una popolazione che invecchia;
  • elevato risparmio detenuto in liquidità;
  • necessità di finanziamento della transizione energetica;
  • sviluppo della classe media asiatica.

L’obiettivo di Amundi è di mantenere lungo la durata del piano un pay-out ratio ordinario di almeno il 65% portando a 3 miliardi di euro la cifra di dividendi cumulati attesi per il periodo. Il gruppo mantiene inoltre la possibilità di restituire agli azionisti i circa 2 miliardi di euro in eccesso stimati entro il 2025, in assenza di opportunità di fusione o acquisizione.

 

Sviluppo mediante crescita organica e acquisizioni

Amundi vuole continuare a rafforzare la sua posizione tra i leader globali del risparmio gestito, come sottolinea l’AD Valérie Baudson:

“Rafforzeremo la nostra crescita organica in tutto il mondo grazie alla nostra esperienza diversificata nella gestione patrimoniale e alle nostre capacità di tecnologia e servizi emergenti. Coglieremo le opportunità di acquisizione per consolidare il nostro solido track record e accelerare il nostro sviluppo. Il nostro piano strategico al 2025 si tradurrà in interessanti rendimenti per gli azionisti, sia in termini di payout ratio che per la capacità di capitale in eccesso che pensiamo di creare nel periodo, pari a 2 miliardi di euro”.

In particolare Amundi intende perseguire opportunità di M&A che creino valore, permettano di consolidare e incrementare la distribuzione e siano in grado di generare un ritorno sull’investimento di almeno il 10% entro tre anni.

 

Le priorità strategiche di Amundi

Rafforzare la leadership nell’asset management, essere leader nell’offerta di investimento sostenibile, diventare un fornitore di prima classe nelle tecnologie e servizi lungo tutta la catena del valore dell’industria del risparmio sono le tre priorità strategiche definite da Amundi per il 2025. Priorità da perseguire raggiungendo i seguenti obiettivi:

  • Arrivare a 400 miliardi di euro (da 324 nel 2021) di aum distribuiti da terze parti grazie alla costruzione di partnership solide e personalizzate;
  • Incrementare i 1.200 miliardi di euro gestiti per clienti istituzionali con un focus sull’investimento responsabile, le soluzioni su misura, la gestione passiva e i mercati dell’Asia;
  • Sfruttare l’intera gamma di competenze nella gestione attiva e passiva, facendo crescere del 50% gli asset in gestione nella seconda entro il 2025 (282 miliardi di euro a settembre 2021);
  • Aumentare la presenza negli asset reali portando l’aum a 90 miliardi di euro rispetto ai 63 miliardi di fine 2021;
  • Incrementare la leadership in Europa, consolidare la presenza negli Stati Uniti e diventare uno dei principali attori in Asia con 500 miliardi di euro di aum contro i 372 di fine 2021;
  • Target a fine piano di almeno 20 miliardi di euro di investimenti a impatto ambientale per continuare a rafforzare l’offerta di investimento responsabile;
  • Generare un coinvolgimento delle aziende sul tema del clima e fissare obiettivi di governance e remunerazione interna in linea con gli impegni esterni;
  • Amundi Technology dovrà aumentare i suoi ricavi a 150 milioni di euro entro il 2025 da 36 milioni di euro nel 2021 e dovrà essere in grado di catturare le nuove tendenze di distribuzione con Fund Channel, la quarta piattaforma di fondi B2B più grande d’Europa.

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

NAVIGAZIONE ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

VIDEO

La seconda puntata della nuova settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo