Bain Capital: raccolti 6 miliardi per un nuovo fondo, ecco dove investirà - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Bain Capital: raccolti 6 miliardi per un nuovo fondo, ecco dove investirà

Bain Capital: raccolti 6 miliardi per un nuovo fondo, ecco dove investirà

Bain Capital si appresta a chiudere la raccolta del suo fondo asiatico da 6 miliardi di dollari. La società di private equity americana ha già superato l’obiettivo iniziale che puntata a mettere insieme capitale di 5 miliardi di dollari. La notizia arriva nonostante gli investitori abbiano manifestato sinora una certa reticenza a investire in Cina, prima a causa del rallentamento economico causato dai blocchi della politica zero-Covid e poi delle repressioni normative e delle tensioni geopolitiche con gli Stati Uniti.

Per queste ragioni si è registrata una discesa cospicua di raccolta per i fondi concentrati sull’area asiatica che ha la Cina come principale protagonista. Secondo i dati forniti da Preqin, nel 2022 sono arrivati in Asia flussi nei fondi per 131,6 miliardi di dollari, poco più della metà rispetto ai 251 miliardi di dollari dell’anno precedente. Quest’anno la raccolta dei fondi è arrivata finora a 15,5 miliardi di dollari.

Per quanto riguarda le operazioni di private equity, la situazione è altrettanto critica. I dati di Refinitiv mostrano come le transazioni nell’area Asia-Pacifico siano scese del 41% a 41 miliardi di dollari nel 2023 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ciò rappresenta il livello più basso dal 2020, quando è esplosa la pandemia. Prendendo il caso della Cina, le stesse operazioni sono scese del 39% a 9,7 miliardi di dollari quest’anno mentre nel 2022 erano precipitate al punto più basso in sei anni.

 

Bain Capital: ecco dove investirà il nuovo fondo

La nuova raccolta di Bain Capital è iniziata a metà del 2022 e dovrebbe essere completata nelle prossime settimane. Ma dove investirà il fondo della società di private equity? La meta principale sarà il Giappone, che Bain Capital conosce bene per avervi concluso importanti affari come l’acquisizione del ramo dei chip di memoria di Toshiba per 18 miliardi di dollari nel 2018. Inoltre, negli ultimi tempi l’azienda ha acquisito insieme al GIC, il fondo sovrano di Singapore, il fornitore giapponese di software per le risorse umane Works Human Intelligence. Oltre al Giappone, nell’area asiatica Bain Capital ha un portafoglio d’investimento da 160 miliardi di dollari che spalma tra credito privato, azioni, venture capital e beni immobiliari.

 

Asia: meta di diverse società d’investimento

L’Asia è terra che calamita gli investimenti non solo da parte di Bain Capital, ma anche di altri che si sono fatti avanti per sfruttare le opportunità che offre la regione. Ad esempio, il rivale statunitense Carlyle Group sta raccogliendo 8,5 miliardi di dollari per il suo nuovo fondo incentrato sull’Asia. Mentre PAG, società finanziaria con sede a Hong Kong che investe in diverse classi di attività, tra cui private equity, private debt, real estate e hedge fund, ha iniziato oltre un anno fa a raccogliere denaro per un fondo focalizzato sull’Asia. Tuttavia, aveva un obiettivo di racimolare 9 miliardi di dollari, ma ha dovuto abbassarlo a 6 miliardi di dollari.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *