Guerra Ucraina-Russia: ecco tutti i francobolli speciali russi - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Guerra Ucraina-Russia: ecco tutti i francobolli speciali russi

I francobolli speciali emessi da Mosca per la guerra in Ucraina

La guerra Russia-Ucraina non si sta combattendo soltanto sul campo di battaglia, ma anche (se non soprattutto) sul terreno della propaganda. Il gadget per eccellenza è il francobollo che commemora da una parte e dall’altra l’operazione speciale e la resistenza, i bombardamenti e gli eroi morti al fronte. Se Kiev ha emesso una serie di francobolli speciali culminata con il lancio del piccolo judoka di Banksy al grido di FCK PTN!, il Cremlino non è certo da meno in quanto a soft power filatelico.

 

Guerra Ucraina-Russia: i francobolli speciali di Mosca

Počta Rossii, l’azienda di servizi postali della Federazione russa, ha emesso alla fine del 2022 una collezione di 10 francobolli a tiratura limitata dedicati agli eroi della guerra in Ucraina. Si intitola semplicemente “Partecipanti all’Operazione militare speciale” e fa parte della serie Eroi della Federazione Russa. Sulle stampe sono raffigurati i ritratti dei militari insigniti della Stella dell’Eroe, la massima onorificenza attribuita da Mosca. Questi francobolli sono un omaggio ai militari d’armata del Ministero della Difesa e alle guardie nazionali di Rosgvardija (il corpo indipendente delle forze armate istituito nel 2016 da Vladimir Putin) ai quali è stato conferito postumo il titolo di eroi.

I militari raffigurati sui francobolli sono il guardiamarina Tamerlan Ilgamov, comandante dell’equipaggio di combattimento del reggimento missilistico antiaereo; il tenente Damir Islamov, comandante del plotone di carri armati; il colonnello Vasily Kleshchenko, vice capo del 344° centro statale per il combattimento e la formazione del personale di volo; il tenente Maksim Kontsov, capo dell’intelligence del battaglione della Guardia russa; il tenente generale Roman Kutuzov, vice comandante dell’8° armata; il caporale di guardia Aimir Miyagashev, operatore radio di ricognizione senior di un gruppo speciale; il maggiore Dmitry Semyonov, capo della Brigata per scopi speciali; il soldato Aleksandr Starchkov, autista della Brigata per scopi speciali; il capitano Adam Khamkhoev, comandante della compagnia d’assalto aereo; il marinaio Oleg Shipitsin, combattente della fanteria navale nella flotta del Mar Nero.

I francobolli speciali emessi da Mosca per la guerra in Ucraina
Gli “Eroi della Federazione Russa” uccisi in Ucraina e celebrati sui francobolli (foto: Počta Rossii)

“È molto importante per noi che il ricordo di queste persone continui a rimanere. Gli eroi non muoiono finché il loro ricordo è vivo”, ha spiegato Alexander Khinshtein, il capo del Comitato della Duma ed ideatore dell’iniziativa. I francobolli hanno un valore di 45 rubli (circo 0,50 euro) e sono raccolti in matrici da cinque con un’etichetta. I disegni sono stati realizzati dagli artisti Vladimir Beltyukov, Roman Komsa e Maksim Podobed. Su ogni stampa il volto dell’eroe è associato alla medaglia ricevuta e ad una specifica scena bellica.

Tra le emissioni del 2022 spicca anche quella che celebra la classe Arktika, il più potente rompighiaccio nucleare di fabbricazione russa. La collezione Eroi della Federazione Russa si arricchirà nel corso dell’anno con le nuove uscite in memoria delle medaglie al merito nello sviluppo dell’energia nucleare e per i contributi alla conquista dello spazio e di altri due militari, Andrei Krestyaninov e Nikita Kulkov.

 

I francobolli filo-russi del Donbass

Pure nel Donbass, negli oblast’ di Donetsk e Lugansk, vengono stampati tributi filatelici alle repubbliche popolari. Alla fine del 2022 Počta Donbassa ha arricchito la serie Liberazione del Donbass di quattro francobolli: Volnovakha (numero di affrancatura 296), Mangush (297), Svetlodarsk (298) e Volodarskoye (299), ovvero i quattro villaggi resistenti rappresentati sulla stampa con lo stemma ufficiale della comunità. La tiratura di ogni francobollo è di 6.000 pezzi e la serie è accompagnata da una busta che riproduce sul fronte una mappa della DNR.

Non è da meno Počta LNR, il servizio postale della Repubblica Popolare di Lugansk. Nel novembre del 2022, per celebrare gli otto anni dall’indipendenza proclamata il 28 aprile 2014 e dalla formazione della Milizia popolare avvenuta il 7 ottobre, le Poste hanno emesso la serie Liberazione della Repubblica Popolare di Lugansk. I francobolli sono stampati in 5.600 esemplari e hanno un valore nominale di 77 rubli, pari a 0,95 euro. Il disegno della versione a colori raffigura una mappa della LNR con le direzioni di attacco dell’esercito e lo stemma del corpo d’armata su sfondo mimetico; su quello della versione monocromatica in bianco e nero c’è lo stemma del corpo sullo sfondo della formazione del personale militare del ministero della Difesa.

I francobolli speciali per la liberazione della Repubblica Popolare di Luhansk
I francobolli artistici della liberazione della Repubblica Popolare di Luhansk (foto: Počta LNR)

Una seconda serie, in tiratura limitata di 1.800 pezzi e dal costo di 900 rubli (11 euro), è dedicata alle città di Ščastja, Svatovo, Rubižne, Popasna, Zolote, Hirske, Lisichansk e Severodonetsk. Su questi francobolli sono ritratti i paesaggi urbani e gli stemmi delle unità dell’esercito che hanno partecipato “alla liberazione della Repubblica dalle forze di Kiev”.

Tutte queste emissioni sono acquistabili sui portali ufficiali di Počta Rossii, Počta Donbassa e Počta LNR, ma a causa delle sanzioni europee nei confronti della Russia, i siti web, le piattaforme e le app (insieme a trasmissioni via cavo, satellite e IPTV) non sono accessibili. I francobolli russi sono comunque disponibili su markpetplace come eBay ed Amazon e su siti specializzati come Marka e Hipstamp.

AUTORE

Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *