Goldman Sachs: un fondo investimenti alternativi per ex partner - Borsa e Finanza

Goldman Sachs: un fondo investimenti alternativi per ex partner

Goldman Sachs: un fondo investimenti alternativi per ex partner

Goldman Sachs lancia un’offerta ai suoi ex partner consentendo l’accesso esclusivo al Fondo 1869, il nuovo veicolo d’investimento che prende il nome dall’anno di fondazione della banca d’affari americana. Tale fondo è gestito dalla divisione asset management dell’azienda e investe in fondi privati focalizzati su investimenti alternativi come private equity e asset immobiliari.

L’importo massimo che è possibile investire è di 5 milioni di dollari e la particolarità sta nel fatto che le commissioni di gestione sono scontate. In passato gli ex partner hanno avuto accesso ai fondi privati di Goldman ma con un profilo tariffario identico a quello degli altri clienti. Fino a questo momento il fondo 1869 ha raccolto circa 1 miliardo di dollari, ma ancora non si sa quanto di questo capitale sia stato effettivamente investito.

 

Fondo 1869: gli obiettivi della banca

L’obiettivo della creazione del veicolo d’investimento è quello di mantenere un livello di attaccamento alla banca sia da parte di ex banchieri che sono andati via per altre opportunità, che da parte di tutti quei personaggi di una certa caratura che in altre banche non si trovano contenti. Lo scorso anno,  in una nota in cui annunciava il nuovo fondo, Goldman Sachs scriveva agli ex partner: “hai contribuito a creare la nostra storia di 152 anni di eccellenza nel settore e, con questa offerta, speriamo di mostrare la nostra gratitudine per il tuo supporto, la tua leadership e la tua amicizia nel corso degli anni”.

In realtà, la gestione patrimoniale alternativa è una di quelle aree che sono state individuate per diversificare il business della banca incentrato sull’investment banking e sul trading. Al riguardo nel 2020 Goldman Sachs si era posta come obiettivo di raccogliere fino a 225 miliardi di dollari da investire in asset alternativi nell’arco di 4 anni.

 

Goldman Sachs: chi sono gli ex partner

Essere partner di Goldman Sachs significa ricoprire un ruolo tra i più prestigiosi di Wall Street, con uno stipendio annuo assicurato di 1 milione di dollari. Ogni 2 anni la banca nomina nuovi partner, sebbene nel 2020, per effetto della crisi innescata dalla pandemia, il management abbia deciso di tagliare i costi ed elevare a questo ruolo meno esponenti.

Tra gli ex partner che potrebbero aderire al Fondo 1869 possono essere annoverati personaggi illustri come: Gary Gensler, attuale Presidente della Securities and Exchange Commission; Anthony Noto, Amministratore Delegato della fintech SoFI ed ex Chief Operating Officer di Twitter; Steven Mnuchin, Segretario al Tesoro degli Stati Uniti durante il Governo Trump; Malcolm Turnbull, ex Primo Ministro australiano.

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

Post correlati

Tiger Global: ecco quanto ha perso con il crollo delle azioni tech

Stablecoin: quali sono le 10 più importanti

Enel: 100 milioni di impatto da extraprofitti, cosa fare con le azioni?

Grano: ecco chi oltre l’India ha imposto divieto di export

Bitcoin: 3 grossi problemi nell’inserimento nei piani 401 (k)

Lascia un commento