Il grande azzardo di Emmanuel Macron - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Il grande azzardo di Emmanuel Macron

Il primo ministro francese Emmanuel Macron

Il terremoto elettorale europeo ha avuto il suo epicentro in Francia. Le elezioni anticipate chiamate da Emmanuel Macron rischiano di premiare il Front National di Marine Le Pen con rischi di stabilità per tutta l’Europa. L’analisi degli esperti di Vontobel Certificati nella Newsletter settimanale (Clicca QUI per iscriverti). 

L’esito delle elezioni europee si è abbattuto sui mercati finanziari del Vecchio continente. A portare copiose vendite sul mercato azionario e su quello obbligazionario, senza trascurare le ricadute sul fronte valutario, è stata soprattutto la scelta a sorpresa di Emmanuel Macron di sciogliere l’Assemblea nazionale e indire nuove elezioni per il prossimo 30 giugno e 7 luglio.

L’affermazione alle europee del Rassemblement National ha aperto alla possibilità che il prossimo parlamento francese sia guidato dal Front National di Marine Le Pen. Il maggior protezionismo e l’opposizione ad alcune riforme strutturali che ne caratterizzano l’orientamento politico preoccupano gli investitori.

La Francia è la terza nazione in Europa per rapporto debito/PIL. Secondo i dati Eurostat, a fine 2023 il suo debito si attestava al 110,6% contro un valore medio nel Vecchio continente di 88,6%. Per il mercato il successo alle elezioni parlamentari francesi del Rassemblement National potrebbe comportare un aumento dei prestiti, grazie ai tagli fiscali e ai sussidi offerti agli elettori più giovani. Uno scenario che ha immediatamente acceso il campanello d’allarme nelle agenzie di rating. DBRS ha evidenziato come le elezioni creino rischi per l’affidabilità del credito, Moody’s a sua volta ha rilevato come sia negativa per il rating, in quanto aumentano i rischi per il risanamento dei conti pubblici. Sulla Francia Dbrs ha un rating AA, Moody’s Aa2, un gradino sopra le valutazioni di Fitch e  S&P Global.

Le prossime settimane si annunciano cruciali per il mercato finanziario francese. Il CAC 40 ha fatto registrare la peggior settimana di Borsa dal settembre 2022, lo spread OAT-Bund è volato ai massimi da 10 anni e i rendimenti dei titoli di Stato lungo tutta la curva sono saliti ai massimi da novembre 2023.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *