Investimenti: 3 consigli di Citi in un contesto di mercato difficile - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investimenti: 3 consigli di Citi in un contesto di mercato difficile

Investimenti: 3 consigli di Citi in un contesto di mercato difficile

Una Federal Reserve così aggressiva non aiuta i mercati globali e gli investimenti. È questo il concetto espresso da David Bailin, Chief Investment Officer di Citi Global Wealth Investments. Secondo l’esperto, l’economia si sta riequilibrando, come i dati economici stanno iniziando a mostrare. Recentemente infatti si è visto un aumento delle forniture di beni di largo consumo precedentemente scarsi, mentre la domanda sta diminuendo per effetto dell’inflazione elevata e dei salari che non crescono.

La strategia della Fed, a giudizio di Bailin, rischia di agire come uno strumento contundente perché mira a rallentare di molto la crescita. L’aumento dei tassi sarebbe più opportuno se venisse attuato per un periodo più lungo ma di 25 punti base alla volta, piuttosto che in un colpo solo e con strette più forti. Come sta facendo la Banca Centrale, osserva il CIO, è un modo per contrarre l’economia fino alla recessione e causare disoccupazione.

 

Crisi globale: ecco dove investire

In questo ambiente molto rigido che si è venuto a determinare, Bailin fornisce 3 consigli utili per gli investitori, che potrebbero essere disorientati e impauriti di fronte alla totale incertezza per il futuro. .Il primo è quello di acquistare obbligazioni Questi assets possono rappresentare una soluzione negli investimenti per coloro che dispongono di tanta liquidità. In particolare, l’acquisto di obbligazioni municipali esenti da tasse eviterebbe la perdita di potere d’acquisto derivante dai prezzi alti.

Per quelli che hanno un orizzonte temporale inferiore ai quattro anni, Bailin suggerisce di prendere in considerazione investimenti in titoli strutturati USA che garantiscono un tasso fisso per un certo periodo di tempo, prima di passare a un tasso variabile più uno spread di credito. In genere, gli emittenti di questi titoli li richiamano al termine del periodo di tasso fisso, restituendo il capitale agli investitori. Tali assets, sottolinea l’esperto, aumenteranno di valore una volta che la Fed rallenterà o terminerà il ciclo di rialzo dei tassi.

Il secondo consiglio è quello di acquistare azioni di qualità, con solidi bilanci, che pagano dividendi e che mantengono un tasso di crescita costante. Questo è importante perché in questo momento gli investitori sono molto timorosi e riluttanti ad apportare modifiche di fronte a certi crolli del mercato. Bailin propende per aziende di risorse naturali e prodotti farmaceutici che possono continuare a crescere, mentre tende a evitare le società a piccola o media capitalizzazione in quanto gli utili sono più vulnerabili alle condizioni di mercato.

Quanto alle azioni tecnologiche, l’economista sottolinea che la domanda di software e altre tecnologie rimane elevata, sebbene molte aziende siano state travolte dalla crisi quest’anno. Tra le tipologie di azioni per ordine geografico, Bailin osserva che quelle europee sono più convenienti rispetto alle americane in termini di valutazioni. Inoltre, un investitore americano avrebbe il vantaggio del dollaro forte rispetto all’euro.

Il terzo consiglio è quello di considerare che questo è un periodo storico anomalo, dove convivono shock insoliti come la guerra Russia-Ucraina, il Covid-19 in Cina e la spesa della Fed per stimolare l’economia. Tutto questo in un contesto dove la maggior parte delle persone ha un lavoro, non ha problemi di debiti, né bancari. Eppure, puntualizza il manager finanziario di Citi. siamo di fronte al terzo mercato più ribassista degli ultimi 30 anni, insieme a quello del 1991 quando vi fu la Guerra del Golfo Persico e a quello del 2008 con la Grande Crisi che portò al crollo della Lehman Brothers.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *