Investimenti: con il crac SVB acquisti in Treasury Bond e oro - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investimenti: con il crac SVB acquisti in Treasury Bond e oro

Investimenti: con il crac SVB acquisti in Treasury Bond e oro
Il crac di Silcon Valley Bank (SVB) ha creato scompiglio nei mercati finanziari, con gli investitori in fuga soprattutto dai titoli bancari per paura di un effetto contagio. I regolatori USA hanno cercato di mettere una pezza con un intervento mirato che poggia su tre pilastri. Il primo volto a garantire i depositanti sui propri fondi presso la banca fallita. I clienti potranno ritirare tutto il proprio denaro. Il secondo concernente una linea di credito a condizioni molto vantaggiose concessa dalla Federal Reserve alle banche USA per gestire emergenze di liquidità. Il terzo è la garanzia del Tesoro da 25 miliardi di dollari attraverso il Fondo di stabilizzazione degli scambi come backstop per il programma di finanziamento bancario.
Tutto ciò serve a tutelare i depositanti e a evitare che le banche siano costrette a cedere gli asset di portafoglio in cerca di liquidità, subendo grosse perdite come accaduto a SVB. Alla fine del 2022 le perdite potenziali sulle obbligazioni detenute negli attivi di bilancio degli istituti di credito ammontavano complessivamente a circa 300 miliardi di dollari, secondo quanto riferito da Bloomberg. Gli interventi di emergenza non dovrebbero pesare sulle spalle dei contribuenti: il Tesoro recupererà le somme mediante prelievi presso il sistema bancario.

Gli investitori comprano titoli di Stato e oro

L’intervento delle autorità ha arginato, almeno in parte, la fuga dalle azioni, ma gli investitori in questo momento continuano a preferire i beni rifugio, in primis Treasury Bond e oro. Il rendimento dei T-Note a 10 anni è sceso fino a sotto il 3,50% toccando il livello più basso da inizio febbraio, mentre il rendimento dei titoli di Stato a 2 anni è precipitato a sotto il 4%, minimo da quasi un mese e mezzo. Il mercato sta ora iniziando a scontare una Fed più morbida nella prossima riunione del 21-22 marzo, il che ha un effetto ribassista sui rendimenti delle obbligazioni. Secondo Goldman Sachs la Banca centrale americana a questo giro non alzerà il costo del denarodelicataper evitare ripercussioni sul mercato e sull’economia, vista la attuale situazione .
Per quel che riguarda gli investimenti in oro, le quotazioni si sono impennate scavalcando di slancio quota 1.900 dollari l’oncia, soglia che non veniva raggiunta dai primi giorni di febbraio. Ogni volta che si manifestano grosse turbolenze nei mercati gli investitori tendono a comprare il metallo giallo date le sue caratteristiche di riserva di valore e ciò si è verificato puntualmente anche in questo caso.

Investimenti: si riprenderanno le azioni?

La domanda che molti si pongono in questo momento è se effettivamente il sostegno dei regolatori USA riporterà la calma nei mercati e ridarà slancio agli investimenti azionari, oppure se ci sarà da aspettarsi uno scenario cupo caratterizzato da un effetto domino. Alcuni hanno evocato quanto accaduto nel 2008, quando a precipitare nel burrone fu la Lehman Brothers.
Le autorità statunitensi hanno cercato di scacciare l’incubo di un nuovo rischio sistemico asserendo con forza che le due situazioni non sono confrontabili. In realtà oggi il sistema finanziario è molto più forte rispetto ad allora, dopo anni in cui la Fed ha messo alle strette gli istituti bancari sui requisiti patrimoniali. Tuttavia, oggi l’economia americana sta ancora combattendo contro un mostro che si è rivelato molto tenace in questo ultimo anno e mezzo, ossia l’inflazione. Questa nuova turbolenza mette oltremodo in difficoltà la Fed. Il rischio è che il carovita ritorni a galoppare penetrando con ancora più forza il tessuto economico e produttivo del paese, con ripercussioni sul mercato azionario non del tutto rassicuranti.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *