Investimenti ESG: più semplici da costruire con il tool di MainStreet - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investimenti ESG: più semplici da costruire con il tool di MainStreet

Nell'immagine due insiemi di pedine sono uniti da una freccia. Il primo insieme, di colore rosso, rappresenta gli investimenti sostenibili, il secondo, di colore verde, quelli sostenibili

Il mare magnum degli investimenti ESG deve ancora trovare una conformazione stabile e regole certe, ma almeno appare ormai superata l’epoca tumultuosa in cui le società di gestione del risparmio facevano a gara a intestarsi la patente di sostenibilità. Sul fronte della normativa, sempre perfezionabile, l’Europa oggi è all’avanguardia. Dal marzo 2021 è attiva la Sustainability finance disclosure regulation (Sfdr) che classifica i prodotti di investimento negli articoli 6, 8 e 9, a seconda del grado di

Nell'immagine, Simone Gallo, managing director di MainStreet Partners
Simone Gallo, MainStreet

sostenibilità insito negli stessi. Manca ancora tuttavia una tassonomia ESG, ovvero un sistema classificatorio univoco, e delle metodologie approvate e standardizzate per i rating.

Rimane quindi difficile muoversi nel mondo ESG, per gli investitori, per i clienti e perfino per le società di investimento. “Soprattutto quelle di minori dimensioni non hanno una struttura adeguata a supportare la mole di lavoro che richiede la creazione di un prodotto ESG” ha spiegato Simone Gallo, managing director di MainStreet Partners.

Nella sede milanese di Allfunds, che ha acquisito MainStreet nel marzo 2023, Gallo ha presentato il Sutainability Navigator, un innovativo strumento automatizzato “che consentirà a un pubblico ampio di costruire un prodotto articolo 8 o trasformare un articolo 8 in un articolo 9”.

 

Come funziona il Sustainability Navigator

Sustainability Navigator nasce dall’integrazione della mole di dati ESG proprietari di MainStreet nell’ecosistema digitale di Allfunds. Il nuovo strumento è stato inserito nella piattaforma digitale di Allfunds Connect e offre due possibilità di utilizzo:

 

1. Check
2. Build

 

La prima, Check, è la più semplice. Permette agli investitori, ai consulenti e agli asset manager di caricare portafogli già esistenti nella piattaforma per vedersi restituire un’analisi dettagliata del profilo ESG. Tra i dati forniti c’è la percentuale di investimenti sostenibili, i rating ESG, l’analisi delle controversie che hanno interessato le aziende inserite nel portafoglio e l’allineamento alla normativa Sfdr.

La modalità Build permette invece di costruire un portafoglio sostenibile – conforme agli articoli 8 o 9 della Sfdr – da zero, con un elevato grado di personalizzazione delle scelte. Partendo da un universo di 8.560 strumenti finanziari (azioni e obbligazioni) e applicando diversi filtri basati sulle migliori pratiche di screening ESG, inclusi fattori legati alle controversie, indicatori di Adverse Impact (PAI) e allineamento agli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni unite, è possibile creare portafogli che riflettano obiettivi di sostenibilità specifici per ogni gestore.

“Attualmente la piattaforma considera 8560 strumenti – ha spiegato Gallo – ma pensiamo di poter inserire, entro la fine dell’anno, i bond governativi e i fondi comuni. Sustainability Navigator è estremamente personalizzabile. Dai primi filtri di esclusione, di settori o singole società, si passa alla selezione delle aree geografiche e dei comparti fino a restringere la selezione a discrezione di chi sta utilizzando lo strumento”.

 

Obiettivo, democratizzare gli investimenti ESG

Il pubblico a cui si rivolge la nuova proposta di MainStreet Partners e Allfunds è principalmente composto da piccoli asset manager e boutique che hanno finora rinunciato a lanciare prodotti ESG. “La creazione di questa tipologia di prodotti è molto complessa – ha sottolineato Gallo – per le ragioni che abbiamo visto”. Oltre alla difficile interpretazione delle normative e all’assenza di uniformità tra le regioni geografiche, si aggiunge il fatto che le regole non si sono ancora stabilizzate.

Sustainability Navigator permette di creare un portafoglio di investimento ESG in maniera semplice, o di testarne uno già esistente, in pochi passi. Successivamente l’asset manager potrà scegliere i pesi delle singole attività inserite, modificarlo e personalizzarlo vedendone in tempo reale le conseguenze sulla piattaforma di Allfunds.
“Inoltre – ha concluso Gallo – il nostro team aggiorna periodicamente lo strumento per mantenerlo in linea con i cambiamenti normativi e l’evoluzione ESG a livello aziendale”.

 

 

 

 

AUTORE

Picture of Alessandro Piu

Alessandro Piu

Giornalista, scrive di economia, finanza e risparmio dal 2004. Laureato in economia, ha lavorato dapprima per il sito Spystocks.com, poi per i portali del gruppo Brown Editore (finanza.com; finanzaonline.com; borse.it e wallstreetitalia.com). È stato caporedattore del mensile Wall Street Italia. Da giugno 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *