Investv: in Cina sparisce l'inflazione - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: in Cina sparisce l’inflazione

Il cartello di presentazione della puntata di Investv del 10 luglio 2023

Nella prima puntata della settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che ha visto sfidarsi fino alla scorso mese di giugno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, nelle puntate estive ci sarà un solo ospite. Quello di oggi è Biagio Milano. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto di venerdi 7 luglio 2023

L’ultima puntata della scorsa settimana ha visto ospite della trasmissione Carlo Vallotto che ci ha presentato una strategia ribassista sul petrolio. Nello specifico è stata proposta un’entrata in area 71,40 dollari, con un target situato a 70,5 dollari e uno stop da attuare con il ritorno dei prezzi sopra i 71,90 dollari. L’operazione andando in stop ha registrato con l’utilizzo di una leva del 7% una performance negativa del 4,9%.

 

Investv: i temi della puntata odierna

In una giornata scarna di dati macro-economici, i mercati azionari del Vecchio continente hanno aperto la nuova ottava all’insegna delle vendite e con il focus che rimane sempre rivolto alle prossime mosse delle Banche centrali in tema di tassi di interesse. In questo contesto segnali di debolezza arrivano dall’economia cinese che nel mese di giugno ha visto i consumi registrare una crescita zero, i livelli più bassi degli ultimi 29 mesi.

Nel corso della trasmissione andremo come di consueto ad analizzare la situazione grafica sui principali mercati azionari, che durante la settimana passata hanno fatto registrare un saldo negativo. Nello specifico con il nostro ospite cercheremo di capire se la fase correttiva presente sul FTSE Mib può essere già vista come una nuova occasione di acquisto.

Tra i temi da seguire a Piazza Affari troviamo Nexi che secondo alcuni rumors potrebbe vendere alcuni asset no core per 800-900 milioni di euro, Unicredit e Intesa Sanpaolo promosse da Bnp Paribas, Fincantieri che deve posticipare la consegna di una nave a Msc dopo che dei pannelli ignifughi forniti al gruppo cantieristico italiano hanno cominciato a essere ritirati dal mercato perché difettosi, e infine Eni che consegna il primo carico di gas naturale a Piombino.

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *