Knot (Bce), tassi bassi per altri 5 anni? Preoccupante
Cerca
Close this search box.

KNOT (BCE), TASSI BASSI PER 5 ANNI? PREOCCUPANTE

knot

Il presidente della Banca centrale olandese si scaglia contro la politica di tassi bassi della Bce. “Potrebbero durare altri 5 anni e sarebbe peroccupante”

Uno dei dibattiti che ha caratterizzato il 2019 e, con alte probabilità, ci terrà compagnia anche nel prossimo anno è l’opportunità o meno di tenere i tassi così bassi da parte delle Banche centrali.A riprendere l’argomento, questa mattina, uno dei membri più intransigenti della BCE, Klaas Knot, Presidente della Banca centrale olandese De Nederlandsche Bank, che, in un’intervista al quotidiano olandese De Volskrant, ha detto: “Non ho la palla di cristallo, ma non posso escludere che l’attuale impianto di tassi d’interesse bassi possa durare per altri cinque anni”. Una prospettiva che per Knot non è positiva. “Questo mi preoccupa – ha agigunto – perché i tassi di interesse temporaneamente bassi sono qualcosa di molto diverso dai tassi di interesse costantemente bassi”.Il presidente della Banca centrale olandese ha, poi, specificato che gli attuali tassi bassi comportano un’eccessiva assunzione di rischio da parte degli investitori perciò sarebbe una “prospettiva macroeconomica indesiderabile” che porterebbe le nuove generazioni a continuare ad aumentare i loro risparmi per far fronte all’incertezza.“Se le persone iniziano a risparmiare di più in risposta ai bassi tassi di interesse – ha detto Knot – ciò aumenterà ulteriormente la pressione al ribasso sull’inflazione”. Non è la prima volta che l’economista olandese ha criticato la politica monetaria ultra espansiva e ora, con la nuova direzione di Christine Lagarde, spera che si possa avere una revisione strategica e che si possa adottare anche un obiettivo di inflazione più flessibile. “L’equilibrio tra effetti positivi e negativi dei bassi tassi di interesse si sta spostando nella direzione sbagliata”, ha detto al giornale, “in un determinato momento dobbiamo pertanto rivalutare la nostra politica monetaria”. 

La reazione del mercato

Debole la reazione di euro/dollaro che si mantiene stabile che comunque, dopo la chiusura a 1,1075 di venerdì scorso, ha aperto questa mattina in rialzo a 1,1080 e sta recuperando lo 0,30 per cento.eurusdGrafico by TradingView

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *