LG entra nella finanza con un ETF gestito dall'intelligenza artificiale - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

LG entra nella finanza con un ETF gestito dall’intelligenza artificiale

LG entra nella finanza con un ETF gestito dall'intelligenza artificiale

LG Group inaugura il suo ingresso nel mondo della finanza attraverso un ETF gestito dall’intelligenza artificiale predittiva. Il colosso sudcoreano degli elettrodomestici e delle batterie per i veicoli elettrici lancia oggi alla Borsa di New York l’LG Qraft AI-Powered US Large-Cap Core ETF (LQAI), in collaborazione con il gestore specializzato nell’AI (Artificial Intelligence) Qraft Technologies.

Il prodotto si concentrerà su 100 grandi società americane, con il ribilanciamento ogni quattro settimane, sulla base di uno strumento di previsione alimentato dall’AI di proprietà di LG. In sostanza, l’ETF viene costruito dall’analisi di una serie di dati finanziari e testuali, escludendo prima di tutto le partecipazioni ad alto rischio di ribassi e inserendo poi quelle che hanno un potenziale di rialzo più pronunciato. L’obiettivo sarà quello di sovraperformare l’indice S&P 500.

 

LG: cosa significa l’ingresso nel mondo della finanza con un ETF AI

La partnership tra LG e Qraft ha avuto origine a marzo, quando le due società hanno cominciato i primi colloqui per un’eventuale collaborazione. L’accordo vero e proprio è stato annunciato ad agosto e rappresenta per LG una novità assoluta nel settore della gestione patrimoniale. “Non abbiamo un’attività finanziaria nel nostro portafoglio, quindi avevamo bisogno di un partner go-to-market. Stiamo sfruttando Qraft per questo e, insieme al nostro marchio, che è piuttosto grande a livello globale, ci aspettiamo che fornisca un grande potenziale di sinergia”, ha affermato Young Choi, direttore dello sviluppo aziendale e delle partnership strategiche di LG AI Research.

Partendo da qui, l’azienda potrebbe approfondire le applicazioni finanziarie utilizzando i suoi strumenti di intelligenza artificiale in futuro. Negli ultimi anni, la società con sede a Seoul ha esplorato l’uso della nuova tecnologia per la previsione del mercato nell’ambito delle materie prime, della domanda dei consumatori e di altre aree che non riguardavano la finanza. Ora però potrebbe essere giunto il momento di fare un passo ulteriore. “Un’accoglienza positiva di questo ETF potrebbe portarne altri a venire. Per il momento stiamo cercando di sondare il terreno”, ha detto Choi.

Anche per Qraft il lancio del prodotto rappresenta un importante approfondimento della capacità dell’intelligenza artificiale di gestire la propria attività di portafoglio che include circa 26 milioni di dollari di asset. Infatti, l’AI di LG sarà utilizzata per la selezione dei titoli di LQAI, ma Qraft si occuperà di tutta la questione riguardante “l’ottimizzazione del portafoglio, la gestione del rischio e del capitale di avviamento”, ha affermato Francis Geeseok Oh, responsabile degli ETF AI e amministratore delegato di Qraft per l’Asia-Pacifico. “Ci sono molti investitori attivi, molti grandi nomi sul mercato, ma alcuni di loro sono stati in grado di continuare a fornire performance e molti di loro no. E il motivo potrebbe essere semplicemente la troppa dipendenza dall’uomo e dalle sue emozioni”, ha aggiunto il top manager.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *