Metaverso: 4 settori dove investire per Morgan Stanley - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Metaverso: 4 settori dove investire per Morgan Stanley

Metaverso: 4 settori dove investire per Morgan Stanley

Il metaverso ha conosciuto un interesse negli ultimi mesi che era difficilmente immaginabile fino a poco tempo fa. Più che altro prima che Mark Zuckerberg annunciasse nell’estate dello scorso anno la trasformazione del brand da Facebook a Meta Platforms, avviando il grande progetto di costruzione del mondo virtuale che richiede un investimento di 10 miliardi l’anno. Non è dato di sapere con estrema precisione quanto alla fine costerà tutto, perché le variabili da considerare sono tante e secondo molti analisti il budget potrebbe non bastare. Così come è difficile immaginare il giro d’affari che potrà produrre questo mondo virtuale parallelo, tenuto conto che i settori e le attività coinvolte sarebbero tanti, ognuno con un contributo essenziale. Morgan Stanley ha stimato che il metaverso varrà 8.000 miliardi di dollari, mentre altri studi stimano che la cifra possa fermarsi a poche centinaia di miliardi. Di certo vi è che l’evoluzione tecnologica procede a passi da gigante e ogni giorno offre delle opportunità nuove. Questo si riallaccia anche al discorso della tempistica. Quando verrà costruito realmente il primo metaverso? E ce ne sarà uno che comprende tutto oppure avremo a che fare con tanti metaversi? Anche qui le risposte lasciano un ampio margine di incertezza. C’è chi propende per un solo metaverso pronto non prima di 10 anni, chi viceversa immagina più mondi interoperabili che cominciano a funzionare entro la metà del decennio. Insomma, in casi come questi è difficile fare previsioni e bisogna seguire l’ordine naturale delle cose che spesso tende a soppiantare le nostre certezze.

 

Morgan Stanley: come sfruttare il metaverso

La cosa interessante da capire sarebbe quella relativa ai settori che verranno coinvolti e quindi alle opportunità di investimento che si creano. Al riguardo, Morgan Stanley ne ha individuati 4. Il primo concerne l’esperienza immersiva. La banca d’affari americana ritiene che questa attrarrà un numero alto di aziende, perché comporta un coinvolgimento elevato da parte degli utenti. Il gaming online oggi è il settore che meglio rappresenta questa realtà virtuale, ma presto si potrebbero aggiungere eventi come concerti e shopping che per il momento vediamo di fatto solo nella realtà fisica. Il secondo riguarda l’hardware. La Cina in questo offre grandi possibilità, nonostante la repressione dura che l’anno scorso ha attuato sui giochi online e soprattutto sulle aziende tecnologiche. Morgan Stanley punta su aziende come GoerTek, attuale partner di Meta per l’assemblaggio dei prodotti Oculus, ma vede di buon occhio anche Sunny Optical e Luxshare. Il terzo fa riferimento ai semiconduttori. La richiesta di chip sarà enorme per la costruzione e lo sviluppo del metaverso, visto l’alto livello tecnologico di cui si parla. La banca d’affari vede il gigante Taiwan Semiconductor Managing Company, che detiene il 65% del mercato, ancora più coinvolta nell’attività produttiva e in particolare inserita a pieno titolo nella fabbricazione di visori; mentre MediaTek e Wills Semi dovranno essere seguite con molta attenzione.Il quarto e ultimo settore ha a che fare con Internet. La banca sostiene che le aziende che già dominano nel Web, in particolare con riferimento ai videogames e ai social media, trarranno una spinta enorme dall’evoluzione del metaverso. In testa vi sarebbero società come Tencent, che sta già adesso investendo grandi risorse nell’industria del virtuale, e NetEase.

 

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *