PERCHE’ LA BLOCKCHAIN E’ IMPORTANTE E NON E’ SINONIMO DI BITCOIN

Criptovalute, blockchain ma non solo nell’analisi e nel commento a cura di Jason Guthrie, Head of Capital Markets, Europe, WisdomTree

 

Da circa vent’anni a questa parte, i pagamenti sono indubbiamente diventati più digitali, e siamo diventati indubbiamente più dipendenti dai grandi istituti di credito. Sono loro a determinare l’innovazione in questo campo e la stessa capacità dell’utente di eseguire delle transazioni con un determinato soggetto dipenderà dalla disponibilità delle due banche a collaborare tra loro.

 

Le difficoltà dei pagamenti digitali

Come si può sviluppare un sistema di pagamenti digitali peer-to-peer?
Innanzitutto due concetti strutturali: il problema della doppia spesa e quello dei generali bizantini.

  • Il problema della doppia spesa: in buona sostanza, si tratta di assicurarsi che una data unità di moneta possa essere spesa una volta sola. Un elemento ovviamente essenziale in qualunque sistema monetario, ma potenzialmente difficile da risolvere in un sistema digitale, se si pensa al modo in cui vengono trasferiti i file digitali. Quando si spedisce un documento via e-mail ciò che il destinatario riceve effettivamente è una copia di quel documento. Il mittente conserva l’originale. Ecco perché le banche – una parte terza di fiducia – hanno agito da autorità centrale fino ad oggi. Se tutto ciò che è digitale può essere copiato all’infinito, allora dobbiamo affidarci a una parte terza di fiducia per mantenere traccia di quanto appartiene effettivamente ai singoli. Dunque, per risolvere la questione e creare un sistema peer-to-peer in grado di trasferire digitalmente valore, abbiamo bisogno di un modo che ci consenta di trovare un accordo su “chi possiede cosa” dopo ogni transazione, senza un’autorità centrale. Si pone quindi un problema di fiducia.
  • Il problema dei generali bizantini: questa espressione descrive una situazione in cui tutti i partecipanti di un sistema devono trovare un accordo su una strategia, onde evitare un fallimento catastrofico del sistema stesso. Alcuni partecipanti, tuttavia, sono inaffidabili o in malafede. Nel contesto di un sistema elettronico dei pagamenti, affinché esso funzioni senza un’autorità centrale di fiducia, tutti i partecipanti devono avere fede nell’integrità del sistema. Quando milioni di partecipanti che non si conoscono tra di loro intendono trasferire denaro, l’enorme problema della fiducia è difficilissimo da superare. La concomitanza di questi due concetti rende necessaria una tecnologia che consenta alla gente di inviare valore elettronicamente, ad un soggetto terzo, senza che ci sia bisogno di conoscerlo, garantendo contemporaneamente una registrazione permanente della transazione. Se tutti nel sistema concordano sulla validità del trasferimento e mantengono una registrazione di tutte le transazioni, i partecipanti non possono agire in maniera fraudolenta e non è necessaria nessuna parte terza di fiducia, vale a dire che il problema della doppia spesa è risolto.

 

wisdom tree

 

Blockchain: la tecnologia della tenuta dei registri in un contesto diffidente

Questo ci porta alla blockchain. È la tecnologia blockchain alla base di Bitcoin ad aver consentito di risolvere i problemi insiti nei trasferimenti elettronici peer-to-peer. Inoltre, grazie alla natura open source del protocollo Bitcoin, l’uso della tecnologia blockchain si è esteso ben oltre la cripto valuta originaria. Non solo sono state sviluppate molte altre valute digitali con caratteristiche innovative, ma la tecnologia è stata anche usata in un’ampia varietà di applicazioni, tra cui: registro dei titoli azionari, emissione di obbligazioni, votazione degli azionisti, identità digitale, prestiti peer-to-peer, ecc.

In fondo, la tecnologia blockchain è la tecnologia della tenuta sicura dei registri in un contesto caratterizzato dalla mancanza di fiducia: è questo il concetto con il vero potenziale dirompente.

Se si pensa alle applicazioni, gli effetti presumibilmente si manifesteranno in tre aree:

 

  • Eliminazione degli intermediari: Parecchie delle aree nelle quali si sta cercando di applicare la tecnologia blockchain sono spesso molto costose a causa del numero di intermediari coinvolti nel sistema. I servizi finanziari ne sono un esempio lampante.

 

  • Efficienze: Alcuni asset sono semplicemente molto inefficienti oggi. Chiunque abbia acquistato una casa o trasferito del denaro in un altro Paese lo sa bene. La tecnologia blockchain viene usata per mettere in piedi il sistema in grado di rendere la registrazione e il trasferimento di molti asset più semplice, rapido e veloce.
  • Inclusione finanziaria: I servizi sono limitati dalle dimensioni e dalle informazioni disponibili. Se pensiamo ad una società che raccoglie capitali tramite un’IPO, è necessario che l’azienda abbia determinate dimensioni per essere presa in considerazione dalle banche. In alcune parti del mondo in via di sviluppo molte persone non hanno accesso ai servizi bancari di base, a causa delle difficoltà nell’individuarli. La blockchain può potenzialmente ridurre i costi e migliorare la disponibilità dei dati per ridurre le barriere all’ingresso in svariate aree del sistema finanziario globale.

Prospettive future

Si parla molto di questo argomento e l’idea della blockchain viene spesso confusa con quella di Bitcoin; Bitcoin ha rappresentato il primo esempio di blockchain ed è ancora l’applicazione più visibile e nota della tecnologia ma, dal lancio, si sono verificate numerose interazioni e implementazioni diverse del concetto. Alcune applicazioni sono state progettate per entrare in competizione e diventare “LA” criptovaluta, altre per affiancarla e molte altre ancora non hanno nulla a che vedere né con le valute né con i sistemi di pagamento.

La Blockchain ha la capacità d’incrementare l’efficienza della cooperazione interpersonale e di liberare il capitale umano da adoperare nel raggiungimento del prossimo grande traguardo dell’umanità. Se si pensa a questo argomento in questa prospettiva, tutte le iniziative basate su questa tipologia di tecnologia meritano una considerazione più approfondita.


Jason Guthrie, Head of Capital Markets, Europe
WisdomTree