Piazza Affari avvia in positivo, "immune" al rosso di Shanghai

PIAZZA AFFARI PARTE POSITIVA, “IMMUNE” AL ROSSO DI SHANGHAI

piazza affari

Crollano le borse cinesi dopo la lunga festività per il capodanno sui timori del coronavirus. Il vecchio continente prova un timido rimbalzo. A Piazza Affari corre Nexi, Telecom appesantita dalle multi di Antitrust e Garante. Pmi manifatturiero sopra le attese

 

I mercati asiatici non contagiano l’Europa. Piazza Affari parte bene, il Vecchio Continente pure, facendo spallucce al crollo della borsa cinese la settimana dopo i festeggiamenti del Capodanno, comunque rovinati dal coronavirus. Milano e l’Ue orfana della Gran Bretagna scambiano con acquisti attorno al mezzo punto percentuale, a Piazza Affari i settori telecomunicazioni e materie prime tra i più venduti, sostenuti dai Pmi del manifatturiero, tra i settori più in difficoltà nel 2019, superiori alle attese, e questo vale per l’Italia, dopo il -0,3% del Pil nel IV trimestre 2019 di venerdì scorso, la Francia e la Germania. In ambito valutario perde terreno la sterlina dopo i guadagni della scorsa settimana, oro appena sotto i 1.580 dollari l’oncia, poco mosso anche il petrolio anche se aggiorna i minimi degli ultimi sei mesi, sotto quota 51 dollari al barile.

 

TITOLI MIGLIORI

Nexi +2,03%
Ha guadagnato oltre il 6% nelle sedute di martedì e mercoledì dopo il massimo storico del 29 gennaio a 13,6 euro. Il fine settimana è stata all’insegna delle prese di beneficio (-5%). La prima ottava di febbraio riprende a correre, seppur nei valori della vigilia. Resistenza solida a 12,8.


Grafico Nexi by TradingView

Pirelli +1,76%

Trend negativo nel breve e nel lungo periodo, dal 28 ottobre a oggi ha perso il 28%, e i 4,359 della vigilia sono il minimo storico. L’apertura della seduta odierna è dentro i valori di venerdì ma il titolo tenta comunque un rimbalzo, dopo aver ottenuto il riconoscimento di Esg leader nel FTSE4Good Index Series per il suo impegno nelle tematiche ambientali, sociali e di governance, posizionandosi al top nel settore tyres e Consumer Goods, con un rating di 4,6 punti su un punteggio massimo conseguibile di 5.

 

TITOLI PEGGIORI

Telecom -1,4%

Sconta le ripercussioni della multa dell’Antitrust, 114 milioni di euro, nell’ambito delle indagini sulla fatturazione a 28 giorni, a cui si aggiunge quella imposta dal Garante della Privacy, pari a 27,8 milioni, per illeciti legati all’attività di marketing. Va ad ampliarsi così il trend negativo, con discesa al supporto a 0,48. Non si escludono nuove sedute in rosso.

Atlantia -0,81%

Prese di beneficio dopo che la scorsa settimana era stata la migliore sull’ipotesi che il Governo Conte possa optare per soluzioni alternative rispetto alla revoca totale della concessione autostradale ad Autostrade per l’Italia. 

 

ANALISI FTSE MIB

Come per il resto delle borse europee, il rimbalzo dopo le forti perdite delle sedute di giovedì e venerdì, almeno per il momento è debole. D’altronde, Shanghai ha perso quasi l’8% nella notte e l’allarme per il coronavirus è ancora massimo, nonostante le buone notizie sui casi rilevati in Italia e sull’isolamento del virus all’ospedale Spallanzani di Roma. L’indice di Piazza Affari resta ancora in area minimi dal 12 dicembre scorso, poco sopra i 23.200 punti, che rimane anche il valore di supporto. A 23.470 punti circa la prima vera resistenza.


Grafico Ftse Mib by TradingView

 

SPREAD

Ancora sotto i 140 punti ma ai massimi delle ultime quattro sedute a 138 punti base, mentre il Btp decennale rimane in area 0,95%. Il dibattito politico, al momento, si concentra sulle tensioni tra Italia Viva e il ministro della Giustizia Bonafede sul tema della prescrizione.


Grafico Spread by TradingView

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.