PIMCO: ecco quanto perde se il debito russo va in default
Cerca
Close this search box.

PIMCO: ecco quanto perde se il debito russo va in default

PIMCO: ecco quanto perde se il debito russo va in default

PIMCO è estremamente esposto al debito sovrano russo e rischia di perdere svariati miliardi di dollari in caso di default. A lanciare la notizia il Financial Times, secondo cui la società di gestione degli investimenti detiene 1,5 miliardi di dollari in titoli di Stato russi e ha venduto credit default swaps per 1,1 miliardi di dollari. Con i CDS, gli investitori si proteggono contro un potenziale fallimento di uno Stato, pagando premi assicurativi. PIMCO sta incassando ricchi premi in questo periodo ponendosi dalla parte dell’assicuratore. 

Negli ultimi giorni il mercato dei CDS riportava come l’importo da versare per coprirsi dal rischio sovrano di un bond russo a 5 anni di 10 milioni di dollari ammontasse a 5,8 milioni dollari iniziali e 100 mila dollari ogni anno (QUI la notizia). La probabilità di default però era dell’80%. Se questa eventualità dovesse configurarsi, l’asset manager si troverebbe a perdere 2 volte, prima sull’investimento diretto nei buoni del Tesoro russo, poi sui pagamenti agli investitori.

 

PIMCO: perdite probabili con default Russia imminente

La presenza di PIMCO nel mercato obbligazionario e dei CDS è molto forte. Secondo i dati riportati dal Financial Times, la società ha una gestione di 2.200 miliardi di dollari al 31 dicembre 2021. Riguardo in particolare il segmento dei credit default swap, l’azienda opera soprattutto attraverso il fondo Income da 140 miliardi di dollari, che alla fine del 2021 aveva sottoscritto 942 milioni di dollari di CDS sul debito russo. Gli altri fondi obbligazionari di PIMCO che hanno assunto posizioni riguardano il Total Return, l’Emerging Markets, il Divesified Income e il Low Duration. 

La situazione è molto delicata perché la Russia si trova estremamente in difficoltà. Il 16 marzo sono in pagamento 2 cedole sul debito in valuta straniera coperto da CDS, ma Mosca ha già fatto sapere che la sua capacità di pagamento potrebbe essere ostacolata dalle sanzioni. Infatti, la scorsa settimana il Tesoro russo ha pagato interessi su uno dei suoi bond denominati in rubli, ma ha affermato che non avrebbe rimborsato i detentori stranieri per via del divieto imposto alla Banca di Russia di inviare valuta all’estero. Questo ha generato un default di 29 miliardi di dollariNella giornata di ieri Vladimir Putin ha firmato un ordine esecutivo dove il fondo sovrano russo avrebbe acquistato titoli di Stato per sostenere le finanze della Nazione, date le enormi difficoltà in cui versa nei pagamenti.

 

PIMCO: le sanzioni potrebbero avvantaggiarla

Il problema delle sanzioni potrà avere grandi ripercussioni nel regolamento dei contratti CDS, perché il meccanismo dei pagamenti sarebbe bloccato. Ciò significa che PIMCO paradossalmente verrebbe favorito da questa situazione essendo dalla parte del venditore, in quanto si troverebbe a limitare gli esborsi in caso di insolvenza della Russia. 

A quel punto bisogna vedere cosa deciderebbe il Comitato di determinazione composto dai rappresentanti delle grandi banche e dei gestori patrimoniali attivi nel mercato dei credit default swap, di cui PIMCO è membro. Il problema è che le decisioni potrebbero sollevare questioni relative al conflitto d’interesse, avanzando il sospetto che le istituzioni coinvolte difficilmente si farebbero male da sole.

 

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *