Quanto costa diventare consulente finanziario? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Quanto costa diventare consulente finanziario?

Calcolo di quanto costa diventare consulente finanziario

Quanto costa diventare consulente finanziario? È questa, senza dubbio, una delle domande che più attanaglia le menti di tutti coloro che, da una parte, aspirano a intraprendere questa carriera professionistica e, dall’altra, cercano prima di tutto di tirare una linea necessaria per avere un quadro generale delle spese che bisogna affrontare. Partendo dal presupposto che la risposta a questa domanda non può essere del tutto matematica, in quanto, diventare consulente finanziario comporta non solamente costi economici fissi o variabili, ma anche sforzi fisici e mentali (viste le prove da superare per ottenere l’abilitazione), tuttavia oggi cercheremo di fornire un budget sommario di tutte le spese necessarie.

 

Diventare consulente finanziario: le spese da affrontare

Tralasciando le spese per comprare libri di testo e materiale necessario per superare la prova d’esame, per diventare ed essere consulente finanziario bisogna sostenere diversi costi molto rilevanti, sia al momento stesso dell’iscrizione all’Albo, sia successivamente. Ma andiamo con ordine e vediamo nel dettaglio quanto costa diventare un consulente finanziario:

 

  • 100 euro: contributo per la prova valutativa (necessaria per procedere all’iscrizione all’Albo)
    Contributo da pagare per iscriversi all’Albo unico tenuto dall’Organismo dei consulenti finanziari: 300 euro per i consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, 500 euro per i consulenti finanziari indipendenti, 3 mila euro per le società di consulenza finanziaria.
  • 16 euro: marca da bollo (da pagare all’iscrizione)
  • 168 euro: tassa di concessione governativa (da pagare anch’essa all’iscrizione).

 

Tirando le prime somme, possiamo quindi dire che:

 

  • diventare consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede costa 584 euro
  • diventare consulente finanziario indipendente costa 784 euro.

 

Attenzione, però, le spese non sono finite. Ogni anno, entro il 15 di aprile, se il consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede deve pagare la cifra di 185 euro per restare nell’Albo, il consulente finanziario autonomo deve pagare 500 euro, mentre le società di consulenza 3 mila euro. Ovviamente, va anche precisato che, oltre a tutti questi costi, il consulente finanziario deve anche sostenere delle altre spese “tecniche”, come mezzi di trasporto, abbigliamento, commercialista, eventuali collaboratori, tasse e contributi.

 

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *