Robotica, automazione e intelligenza artificiale: su chi puntare nel 2023

Robotica, automazione e intelligenza artificiale: su chi puntare nel 2023

Robotica, automazione e intelligenza artificiale: su chi puntare nel 2023

Dove investire nel 2023? I settori di robotica, automazione e intelligenza artificiale potrebbero vedere nei prossimi anni molti produttori crescere, mentre ora questi sono in una fase iniziale con scarse entrate e profitti inesistenti. Nel tempo alcune aziende più grandi che stanno già operando e che hanno raggiunto una certa maturità potrebbero inglobarli, investendo sulla loro tecnologia innovativa. Ancor più che il probabile arrivo di una recessione potrebbe aumentare la disoccupazione, risaltando maggiormente questi aspetti di elevata tecnologia nei procedimenti industriali.

Lo scorso anno tutto il settore tecnologico ha sofferto la politica aggressiva sui tassi adottata dalla Federal Reserve per tentare di arginare la più grande inflazione degli ultimi 40 anni. Di conseguenza, gli investitori che hanno puntato in Borsa sulle aziende tech hanno riportato grosse perdite. Per il 2023 la speranza è che l’ammorbidimento sul costo del denaro da parte della Banca Centrale americana porti a una situazione in cui il mercato torna a puntare nuovamente sulle azioni in Borsa, con il comparto tech che potrebbe trarre maggiormente profitto rispetto agli altri.

 

Robotica, automazione e intelligenza artificiale: dove investire?

Ma dove investire se si vuole sfruttare la crescita di robotica, automazione industriale e intelligenza artificiale? Un fondo negoziato in Borsa che potrebbe essere interessante è il Global & Robotics & Automation Index, che gestisce un patrimonio di 1 miliardo di dollari e investe per l’80% in azioni di società a media e grande capitalizzazione. Le principali partecipazioni includono aziende importanti nel settore come Cognex Corporation, Intuitive Surgical, Fanuc Corporation e Rockwell Automation. Negli ultimi cinque anni il fondo ha guadagnato solo il 2,8% annuo, mentre il NASDAQ ha realizzato una performance del 10%. Nel 2022 l’andamento è stato molto simile, con il fondo che ha perso poco più di un terzo del suo valore, più o meno come l’indice tecnologico.

All’interno dell’ETF, i leader dell’automazione industriale e dell’intelligenza artificiale Rockwell e Cognex, hanno perso a Wall Street rispettivamente il 26% e il 39% del loro valore. Intuital Surgical, specializzata nei sistemi robotizzati per la chirurgia mininvasiva è scivolata del 27% al NASDAQ. Mentre, il colosso della robotica Fanuc è sceso del 17% alla Borsa di Tokyo. Tutti questi titoli avrebbero potenzialità di riscatto nel 2023 se le condizioni di mercato cambiano, soprattutto in tema di tassi. Un’altra azione che potrebbe emergere è Amphenol, che fornisce componenti multi-settore con esposizione alla robotica. Il titolo scambia a 25 volte gli utili del 2023, quindi non è molto economico. Tuttavia, gli analisti come Chris Synder di UBS ne consigliano l’acquisto, in quanto il business ha ottime prospettive di crescita.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *