Russia-Ucraina: Mosca nega incontro Biden-Putin, Borse in rosso
Cerca
Close this search box.

Russia-Ucraina: Mosca nega incontro Biden-Putin, Borse in rosso

Russia-Ucraina: Mosca nega incontro Biden-Putin, Borse in rosso

I rapporti tra Russia-Ucraina rimangono tesi. La situazione al confine ucraino si complica dopo le ultime schiarite in cui sembrava che ci potesse essere un avvicinamento con l’incontro programmatico tra il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, e il Premier Russo, Vladmir Putin. Stamane dal Cremlino è arrivata la doccia fredda: “ancora non ci sono piani concreti”. Il portavoce Dmitry Peskov non ha smentito del tutto il possibile vertice, sottolineando che una convocazione tra i 2 leader delle Nazioni maggiormente rappresentative in questa vicenda rimane possibile se se ne vede la necessità, ma ha anche aggiunto che per ora è prematuro. Finora invece l’unica cosa certa è determinata dal meeting giovedì tra i Ministri degli Esteri russi e americani. L’incontro tra Biden e Putin era stato annunciato dalla Francia nella giornata di ieri, dopo un giro di telefonate che aveva visto protagonista Emmanuel Macron a fare da trade d’union tra Washington e Mosca, dando nuova speranza per scongiurare il piano russo di invadere l’Ucraina.  All’interno della partita che vede contrapposti Russia-Ucraina, Putin continua a negare la sua intenzione di voler fare una guerra, ma in realtà prosegue nell’accumulo di truppe al confine e nell’estensione delle esercitazioni militari in Bielorussia, cosa che fa mantenere l’Occidente in uno stato di allerta. Ad aggravare la situazione, l’appello fatto dal Parlamento russo affinché il leader 69enne riconosca formalmente gli Stati separatisti sostenuti da Mosca nel Donbas, Regione dell’Ucraina orientale.

 

Russia-Ucraina: le reazioni dei mercati dopo il gelo di Mosca

Dopo i commenti di Peskov la situazione dei mercati è andata peggiorando, con i principale indici della Borsa di Mosca che stanno affondando in media intorno all’8%. Il Rublo, dopo un rafforzamento iniziale dell’1,5% sul Dollaro USA, ha cominciato a perdere terreno e ora il cambio USD/RUB è in rialzo dello 0,52% a 77,7. I mercati europei si trovano in territorio negativo, estendendo i cali delle ultime sedute. Mentre sul fronte delle materie prime vi è una fiammata del gas naturale che cresce del 4,64%. Stabile il petrolio a 90 dollari al barile e l’oro intorno ai 1.900 dollari l’oncia. La sensazione generale è che il processo di pace sia appeso a un filo e la situazione possa precipitare da un momento all’altro scatenando un altro violento sell-off sui mercati azionari, con il ritorno agli acquisti imponenti sulle commodities strettamente legati alla vicenda come petrolio e gas, e sull’oro nella veste di bene rifugio. Molti infatti si stanno chiedendo cosa potrebbe uscire da un incontro tra i capi di Stato di Russia e Stati Uniti. Da Biden è arrivato un secco no sia alla richiesta di Putin che l’Ucraina non farà mai parte del Patto Atlantico, sia alla richiesta di un ritiro della presenza della NATO nell’Est Europa. Dal canto loro i russi non hanno alcuna intenzione di indietreggiare su quegli aspetti che ritengono cruciali. Gli unici punti di contatto su cui è possibile ragionare fanno riferimento al dispiegamento dei missili russi e alla manovre militari verso l’Europa. Questi sono senz’altro questioni importanti, ma che rischiano addirittura di passare in secondo piano senza il leit motive per cui si è scatenato questo caos. Il problema è che i colloqui possono continuare fino a quando la Russia si manterrà al di qua del confine ma, come ha sostenuto il segretario stampa alla Casa Bianca, Jen Psaki, si interromperanno immediatamente nel caso in cui Putin dovesse fare un passo oltre. Se così dovesse essere a quel punto i mercati finanziari finirebbero in un vicolo cieco e al momento non è facile determinare quanto abbiano già scontato di questa eventualità.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *