UnipolSai: raccolta cresce a doppia cifra, cosa fare con le azioni? - Borsa&Finanza

UnipolSai: raccolta cresce a doppia cifra, cosa fare con le azioni?

La sede centrale del gruppo Unipol a Bologna

Il gruppo UnipolSai ha chiuso il primo trimestre 2023 con un utile netto consolidato pari a 231 milioni di euro, in crescita del 13,8% rispetto al risultato di 203 milioni di euro del corrispondente periodo dell’esercizio scorso. Il dato del primo trimestre 2022, rideterminato a fini comparativi in applicazione dei nuovi principi contabili, è pari a 118 milioni di euro.

Nei primi tre mesi dell’anno la raccolta diretta assicurativa, al lordo delle cessioni in riassicurazione, si è attestata a 3.865 milioni di euro. La crescita è del 12% rispetto ai 3.449 milioni di euro registrati al 31 marzo 2022. La raccolta diretta nel comparto Danni al 31 marzo 2023, pari a 2.137 milioni di euro, ha registrato una crescita del 5,5%. Particolarmente significativo lo sviluppo di UniSalute (+41,6%), grazie all’avvio del progetto UniSalute 2.0. Il progetto prevede la distribuzione dei prodotti Salute offerti dalla compagnia alla clientela retail e Pmi attraverso le reti distributive agenziali e di bancassicurazione del gruppo.

Nel comparto Vita la raccolta diretta del gruppo si è attestata a 1.728 milioni di euro, registrando un incremento del 21,4%, ascrivibile all’acquisizione di tre nuovi fondi pensione. L’indice di solvibilità individuale di UnipolSai al 31 marzo 2023 è pari al 305% (288% a fine 2022). L’indice di solvibilità consolidato, invece, basato sul capitale economico, è pari al 294% (dal precedente 274%).

 

Azioni UnipolSai: dopo stacco cedola quotazioni trovano supporto in area 2,30

Il titolo UnipolSai, quotato sin Borsa Italiana, sembra essere impostato al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance positiva registrata nella seduta di ieri (+0,17%). Dopo un’apertura leggermente al di sopra della chiusura precedente, infatti, le quotazioni si sono mantenute per il resto della giornata all’interno di uno stretto trading range compreso tra i livelli 2,282 e 2,302, andando a chiudere sul finale in corrispondenza del prezzo di apertura a quota 2,298.

Tale movimento ha permesso all’azione di creare un pattern grafico di analisi candlestick denominato “Doji”, indicante una generalizzata indecisione da parte degli operatori. Situazione che è piuttosto coerente con l’attuale indecifrabilità del grafico giornaliero, il quale presenta un vistoso gap down dovuto al dividendo erogato lunedì scorso. Nonostante ciò, è comunque possibile trarre uno spunto interessante, ossia che il “matematico” calo dei corsi si è arrestato proprio sul supporto presente in area 2,300 euro. Quota che in un recente passato (il 22 marzo per l’esattezza) aveva invece rappresentato una momentanea resistenza. Se queste sono le premesse, ci sono buone probabilità che UnipolSai risalga presto la china per recuperare in tempi brevi almeno il livello 2,400.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 2,302 con target nell’intorno dei 2,390 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 2,282 con obiettivo molto vicino al livello 2,212. L’impostazione algoritmica, comunque, vede i prezzi stazionare ancora al di sotto dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti a metà maggio. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 34.


L’andamento di breve termine del titolo UNIPOLSAI

AUTORE

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *