Wall Street: 3 azioni su cui puntare con tassi obbligazionari alti
Cerca
Close this search box.

Wall Street: 3 azioni su cui puntare con tassi obbligazionari alti

Wall Street: 3 azioni su cui puntare con tassi obbligazionari alti

Cosa fare a Wall Street in un’epoca di rialzo dei tassi di interesse? Gli spread creditizi sono aumentati in maniera preoccupante nei mercati americani del debito. Essi rappresentano il divario in termini di tassi di interesse tra le obbligazioni societarie e i titoli di Stato privi di rischi. Tale gap si è allargato a 1,07% rispetto allo 0,9% di dicembre 2021, facendo segnare lo spread più alto da oltre un anno.

La ragione per cui si è verificato questo è da imputare alle aspettative del rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve. Il mercato attualmente si attende dai 5 ai 7 aumenti fino alla fine dell’anno, a partire dal prossimo meeting di marzo della Banca Centrale statunitense. Questo ha alimentato forti preoccupazioni sulle società, che probabilmente si troverebbero a rischio di affrontare una situazione recessiva con tassi più alti.

In particolare, quelle aziende che puntano sulla crescita vedrebbero ridursi il valore dei ricavi scontati. Di conseguenza, il mercato chiede un premio al rischio più elevato per i bond privati. Tutto ciò ha delle ripercussioni sulle azioni in Borsa, perché gli investitori tendono a fuggire soprattutto da quei titoli che per loro caratteristiche risultano più esposti a tale quadro che si è configurato.

 

 

Wall Street: dove investire con spread creditizi in crescita

L’allargamento degli spread creditizi impone quindi una strategia di uscita e una possibilità è quella di puntare su azioni che non hanno un carico debitorio esuberante e che quindi risultano meno vulnerabili alle politiche aggressive della Federal Reserve. Al riguardo vi sono 3 titoli su cui varrebbe la pena concentrare l’attenzione:

 

PulteGroup

PulteGroup è la terza più grande azienda di costruzioni di case negli Stati Uniti e quindi, come tutte le aziende del settore, strettamente legato alle dinamiche sui finanziamenti. Tuttavia, il suo debito netto è solo 0,2 volte l’utile netto previsto, quando la maggior parte delle aziende ha un indebitamento che supera i guadagni attesi. Il titolo ha dei multipli interessanti, perché scambia ad appena 5,2 volte gli utili 2022. Inoltre, il free cash flow rende l’11% rispetto al prezzo delle azioni, mentre lo stesso rendimento aggregato delle società dell’S&P 500 si aggira intorno al 4,2%. Le azioni in Borsa quest’anno hanno perso circa il 10%, mentre negli ultimi 12 mesi sono in rialzo di quasi il 2%.

 

McKesson Corporation

McKesson è un’azienda farmaceutica americana con sede a Irving, nel Texas. La società presenta un rapporto debito netto/utili attesi di 1,2 volte e le azioni sono negoziate a 12 volte i profitti 2022. Buono è il rendimento del flusso di cassa libero che ammonta all’8%. Quest’anno il titolo a Wall Street è cresciuto del 13%, mentre dall’anno scorso di questi tempi la performance è stata circa del 51%.

 

Qualcomm

Qualcomm è la famosa società statunitense di ricerca e sviluppo nel campo delle telecomunicazioni senza fili con sede a San Diego, in California. Il debito dell’azienda è simile a quello di PulteGroup, ovvero di 0,2 volte i guadagni attesi. I multipli però sono meno interessanti, essendo che le azioni in Borsa sono prezzate a 15,9 volte gli utili 2022. Anche il free cash flow ha un rendimento inferiore, ossia del 6%. Nel 2022 il titolo è in leggero calo, mentre considerando le ultime 52 settimane è salito del 21% nella Borsa di New York.

 

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *