Wall Street: per Kevin O'Leary azioni USA da comprare sul crollo - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Wall Street: per Kevin O’Leary azioni USA da comprare sul crollo

Wall Street: per Kevin O'Leary comprare le azioni sul crollo

Dopo i dati sull’inflazione statunitense che hanno sconvolto gli investitori, Wall Street è rimasta tramortita dalla seduta di lunedì. L’ICP del mese di agosto è sceso all’8,3%, meno di quanto si attendeva il consensus, che aveva pronosticato una discesa all’8,1%. Non è tanto la lieve differenza della rilevazione che ha turbato l’umore del mercato, quanto ciò che succederà nelle prossime riunioni della Federal Reserve, dove si dovranno fare le scelte di politica monetaria.

Si sperava che una lettura dell’inflazione magari sorprendentemente al di sotto della quota attesa potesse distogliere la Banca Centrale americana dai propositi di aumentare in maniera aggressiva i tassi d’interesse. A seguito di quanto accaduto ieri, invece, non solo l’istituto monetario non farà alcun passo indietro, ma ora è possibile che le prossime strette saranno ancora più forti rispetto alle ultime. In altri termini, per il meeting del 20/21 settembre si è tornati a parlare di un ritocco dell’1%, come sostengono ad esempio gli analisti di Nomura.

Tutto quanto è bastato per affondare le quotazioni azionarie, con l’S&P 500 che ha perso il 4,32%, il Dow Jones precipitato del 3,94% e il NASDAQ addirittura naufragato del 5,16%. Per vedere un sell-off così violento bisogna tornare ai tempi più bui della pandemia, esattamente al mese di giugno 2020.

 

 

Wall Street: per O’Leary vi sono opportunità d’acquisto

La pioggia di vendite a Wall Street ha interrotto una serie di quattro sedute consecutive nel segno del verde, dove le quotazioni sono state trainate dalla speranza che i dati sul carovita potessero confortare gli investitori. Ora che la paura è tornata e i portafogli barcollano, occorre prendere coscienza della situazione e fare delle scelte. Tutto ciò trovandosi nell’indecisione se sfruttare la discesa per entrare ora a mercato oppure evitare di compromettere ulteriormente la gestione degli investimenti.

Secondo il grande investitore Kevin O’Leary questo potrebbe essere un buon momento per acquistare le azioni, sfruttando il ritorno della volatilità. “È molto scoraggiante per i mercati azionari perdere quasi 1.000 punti nel giro di 40 minuti”, ha detto il Presidente di O’Shares Investments, commentando la reazione della Borsa americana dopo i risultati sull’inflazione. Tuttavia, “se sei un investitore, forse la cosa migliore da fare qui è cogliere le opportunità in giorni come questi e acquistare azioni che ritieni interessanti”, ha aggiunto il guru di Wall Street.

O’Leary ha precisato che fino ad ora il tasso terminale della Fed, ossia quello dove la Banca Centrale smette di alzare ancora il costo del denaro, sarebbe stato del 4%. Dopo i dati sui prezzi al consumo tuttavia “tale tasso è diventato un’incognita e questo è motivo di preoccupazione per i mercati”, asserisce il venture capitalist. O’Leary comunque ritiene che la Fed continuerà ad alzare i tassi fino a quando non vedrà una sorta di rallentamento di un’economia statunitense che è ancora robusta. “I consumi, che rappresentano il 65% dell’economia, e i tassi di disoccupazione rimangono ancora forti, quindi quello che dobbiamo vedere è quel rallentamento”, ha dichiarato.

 

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *