Dollaro di Singapore: 2 motivi per puntare sulla valuta
Cerca
Close this search box.

Dollaro di Singapore: 2 motivi per puntare sulla valuta

Dollaro di Singapore: 2 motivi per puntare sulla valuta

Il dollaro di Singapore si è mostrato resiliente quest’anno sui mercati valutari al cospetto del dollaro USA. In questo 2022, infatti, la divisa della città-Stato ha perso solo il 6,4% rispetto al biglietto verde, mentre altre valute asiatiche sono letteralmente affondate. Prima tra tutte lo yen, che ha subito un deprezzamento del 25%, costringendo il Governo giapponese a intervenire direttamente nel mercato delle valute per la prima volta dal 1998, con lo scopo di frenare la corsa dell’USD/JPY. Per altre monete dei Paesi emergenti è stata anche notte fonda, con il peso filippino crollato del 15% e il bath thailandese scivolato del 13%.

La politica monetaria estremamente restrittiva della Federal Reserve ha irrobustito in maniera dirompente il dollaro USA, mettendo all’angolo le altre valute. Ciò è apparso più evidente allorché l’atteggiamento degli altri istituti centrali è apparso accomodante, come avvenuto in Giappone. L’USD/SGD ha però resistito perché, come rileva Max Lin, stratega dei tassi per l’Asia di Credit Suisse, il dollaro di Singapore è considerato una valuta rifugio rispetto alle altre divise del sud-est asiatico. Questo si integra con “elevate riserve di valuta estera del Paese, un surplus molto forte delle partite correnti e una politica valutaria ben gestita”, ha affermato l’esperto.

 

Dollaro di Singapore: ecco perché investire

Quindi, bisognerebbe puntare sul dollaro di Singapore in questo momento? Gli analisti vedono almeno due ragioni per farlo. La prima riguarda i solidi fondamentali economici del Paese. Singapore ha un rating di credito sovrano a tripla A, oltre a un forte surplus di partite correnti e riserve positive in valuta estera, come ha sottolineato Lin. Secondo Philip Wee, economista valutario senior presso DBS Bank, il dollaro di Singapore è “ancora uno dei più resilienti della Regione, perché in tempi di eccezionale forza del dollaro, è quello che conserva meglio il suo valore rispetto ad altre valute”.

La seconda ragione fa riferimento alla politica della Banca Centrale di Singapore. L’Autorità monetaria singaporiana, a differenza delle altre, utilizza il tasso di cambio effettivo nominale del dollaro di Singapore per tenere a bada l’inflazione, e non i tassi d’interesse. Questo significa che “la Banca reagisce all’elevata inflazione consentendo al dollaro di Singapore di apprezzarsi rispetto alle valute peer, riducendo così il costo delle merci importate in termini di valuta locale”, asserisce Lin. In altri termini, come suggerisce anche Wee, gli investitori associano la forza del dollaro di Singapore alla competenza e all’affidabilità delle Autorità monetarie.

 

I rischi da valutare

Il dollaro di Singapore potrebbe sostituire quindi lo yen giapponese come valuta asiatica di riferimento? Secondo gli economisti non ha le caratteristiche di liquidità e spessore per farlo. Saktiandi Supaat, responsabile regionale della ricerca e della strategia forex presso Maybank, ha affermato che la valuta non è così ampiamente scambiata come lo yen affinché possa configurarsi come valida sostituta, sebbene sia un ottimo performer.

Inoltre, come riferisce Wee, in caso di recessione globale normalmente l’USD/SGD tende a salire e questo rappresenta il rischio principale per gli investitori che cercano nella valuta asiatica il rifugio perfetto. A giudizio di Wee, il dollaro di Singapore si indebolirà entro fine anno con l’arrivo di una recessione, arrivando a una quotazione rispetto al dollaro USA di 1,45, dagli 1,4361 dell’ultima chiusura.

 

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *