ETF attivi: le 3 novità sostenibili di Franklin Templeton - Borsa&Finanza

ETF attivi: le 3 novità sostenibili di Franklin Templeton

Una lampadina a incandescenza poggiata su un cumulo di terra. al suo interno un po' di terra e una piantina con due foglie.

Il ritorno in auge delle obbligazioni nel 2023 ha offerto una nuova opportunità alle strategie sostenibili che, dopo il boom degli anni precedenti, hanno sofferto di un deficit di attenzione da parte degli investitori. Le crisi che si sono susseguite negli ultimi due anni hanno sostituito il focus “green” che è rimasto tuttavia ben presente dietro le quinte dell’instabilità geopolitica crescente. Su questo filone Franklin Templeton è impegnata da tempo con la sua gamma di ETF. Sono 14, nel complesso, quelli classificati come articolo 8 o articolo 9 della regolamentazione Sfdr. Di questi ETF sei sono attivi, con l’aggiunta dei tre lanciati a metà mese.

“Con la quotazione di questi nuovi ETF attivi obbligazionari proseguiamo nel nostro intento di mettere le nostre capacità di gestore attivo a disposizione dei nostri clienti anche sottoforma di ETF, con un’attenzione imprescindibile alla sostenibiltà” ha commentato Silvia Anselmi, chief financial advisor e vicepresidente associato ETF Distribution Italy di Franklin Templeton.

“Continuiamo a vedere una forte domanda da parte degli investitori di ETF obbligazionari attivi sostenibili che combinino i meriti della gestione attiva ed i vantaggi in termini di liquidità, accessibilità e trasparenza dei wrapper ETF” ha aggiunto Caroline Baron, responsabile ETF Distribution EMEA dell’asset manager.

 

Sia sovereign che corporate per i nuovi ETF attivi di Franklin Templeton

I tre nuovi ETF attivi lanciati da Franklin Templeton sono quotati in Borsa Italiana dal 16 novembre dopo essere approdati a inizio mese sul LSE e su Deutsche Borse. ““Dopo aver lanciato il primo ETF attivo sui green bond europei oltre 4 anni fa, continuiamo a vedere significative opportunità di crescita, con l’Europa che rimane una pietra miliare nel mercato globale dei green bond, con emissioni cumulative per un totale di 331 miliardi di euro lo scorso anno” ha spiegato David Zahn, responsabile European Fixed Income di Franklin Templeton introducendo i nuovi ETF:

 

  • Franklin Sustainable Euro Green Sovereign UCITS ETF con ISIN IE000P0R7WK6 e TER dello 0,18%;
  • Franklin Sustainable Euro Green Corp 1-5 anni UCITS ETF con ISIN IE0006K7DEL9 e TER dello 0,18%;
  • Franklin Sustainable IG Corporate UCITS ETF con ISIN IE000HoTSO96 e TER dello 0,15%.

 

I primi due ETF sono classificati come articolo 9 della regolamentazione Sfdr e mirano a raggiungere i loro obiettivi investendo almeno il 90% del patrimonio in investimenti sostenibili di cui almeno il 75% del patrimonio in obbligazioni verdi, con il resto costituito da obbligazioni convenzionali che siano considerate investimenti sostenibili dal team di gestione di portafoglio.

Il Franklin Sustainable IG Corporate UCITS ETF punta a generare rendimento dal mercato europeo delle obbligazioni societarie, cercando al contempo di preservare il capitale. Si tratta di un fondo articolo 8 che investirà principalmente in titoli di debito societari investment grade denominati in Euro emessi da società europee e avrà almeno il 20% del patrimonio allocato ad investimenti sostenibili dal punto di vista ambientale e l’1% ad investimenti sostenibili dal punto di vista sociale.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *