PIAZZA AFFARI AI MASSIMI DELLA SETTIMANA - Borsa e Finanza

PIAZZA AFFARI AI MASSIMI DELLA SETTIMANA

piazza affari

Nessuna reazione anomala dei mercati stavolta. La dichiarazione di Matteo Salvini di questo pomeriggio: “L’Italia ha bisogno di una cura shock alla Donald Trump. Se la Lega andrà bene alle elezioni, farà a pezzi ogni norma europea che mira a distruggere l’Italia”, un modo evidentemente per ribadire l’intenzione di sforare i limiti imposti dall’Unione Europea sullo sforamento del deficit al 3%, non ha invertito la rotta positiva che Piazza Affari ha intrapreso in tarda mattinata, ben sostenuta dalla buona partenza di Wall Street, trainata soprattutto dalle azioni di Cisco e Walmart , premiate dopo la diffusione della trimestrale sopra le attese. Tutto il contrario di quanto accaduto allo spread, salito ieri a 290 punti dopo una dichiarazione tutto sommato molto meno “forte” da parte del vicepremier. Sarà che ci ha pensato il ministro dell’economia Tria durante l’Eurogruppo di Bruxelles, a gettare acqua su fuoco, quanto meno ci ha provato: “Ci atteniamo agli obiettivi del Def, lo stesso Salvini li ha approvati”. A fargli eco, il governatore di Bankitalia Ignazio Visco: “I segnali di ripresa non devono distrarci dalle riforme, da riavviare immediatamente dopo le elezioni. Lo spread è raddoppiato rispetto al 2018.

TITOLI MIGLIORI

Amplifon +4,73%
Ottima performance per Amplifon, che tocca i massimi dell’anno a 19.69 ad azione dopo l’impulso rialzista del 13 maggio scorso.

Bpm +4,3%
Il Banco Popolare di Milano è il titolo migliore del comparto bancario (brillante), alla seconda seduta positiva dopo quattro consecutive in cui aveva registrato pesanti ribassi, con perdite superiori ai 15 punti percentuali.

Ubi Banca +4,27%
Il banco dell’Emilia Romagna trae beneficio da Unipol (+1,7%) che è salita al 17,3% del capitale.

TITOLI PEGGIORI

Moncler: -1,7%
Due soli titoli negativi nel paniere principale. Forti vendite per Moncler, il cui andamento però riflette quello della vigilia, pur toccando il minimo settimanale. Il titolo rimane all’interno della lateralità tra i 35 e i 37 euro ad azione avviata ai primi di marzo.

Pirelli: -1,2%
Si tratta di un ribasso composto e controllato, in linea con i valori precedenti. Il titolo potrebbe diventare preda dei venditori pronti ad approfittare di potenziali debolezze in quello che è un trend tendenzialmente ribassista. Non si esclude comunque un miglioramento verso l’alto della curva.

ANALISI TECNICA Ftse Mib
L’apertura negativa di Piazza Affari rimbalza a mezzogiorno, ora in cui era previsto l’avvio dei lavori dell’Eurogruppo a Bruxelles, in contemporanea alla pubblicazione dei dati sul commercio estero e del surplus della bilancia commerciale italiana a marzo, aumentato di 100 milioni di euro: da +4.525 mln a +4.625 mln. Anche la bilancia commerciale nell’Eurozona ha prodotto buoni numeri: i 22,5 miliardi di euro di marzo sono il massimo del 2019 e degli ultimi 12 mesi. L’indice milanese ha toccato così il massimo della settimana a 21.124 punti, chiudendo a +1,38%, con 21.151 punti.

Spread
Come detto, nonostante Matteo Salvini abbia rilanciato l’intenzione di ricorrere a misure shock, e quindi di andare contro i limiti dell’Union Europea, lo spread ha chiuso in ribasso, tornando in area 270-280 punti base e chiudendo a quota 278.

Post correlati

Coinbase: Cathie Wood non perde la fiducia e accumula azioni

McDonald’s lascia la Russia: a Wall Street cosa fare con titolo?

Space economy: ecco 4 azioni su cui puntare

CNH Industrial: trimestre batte le stime, cosa fare in Borsa con azioni?

Toshiba: 10 investitori in lizza per l’acquisizione della società