Piazza Affari non guarisce, si valuta Lombardia zona rossa

PIAZZA AFFARI NON GUARISCE, SI VALUTA LOMBARDIA ZONA ROSSA

piazza affari

L’emergenza coronavirus continua a tenere sotto scacco i mercati. Spread a 180, Piazza Affari in area 20.000 punti come durante la crisi del governo gialloverde

 

Peggiorano i cali a Piazza Affari, dove il Ftse Mib arriva a perdere oltre il 4%, il minimo di seduta, in scia al netto ribasso di Wall Street, dove gli indici cedono più del 3%. Il listino milanese sta calando verso la soglia dei 20.000 punti (al momento è a 20.740 punti). Profondo rosso anche per le altre borse europee, con Parigi che supera il -4%, Francoforte -3,4%, Londra -3,9% e Madrid -3,5%. Euro Dollaro in forte rialzo, oltre l’1,13, mentre lo spread tocca un nuovo massimo da agosto, superando i 190 punti prima di ritracciare, complice il rendimento del bund tedesco che si è riposizionato sotto il -0,72% sei mesi dopo l’ultima volta.

 

TITOLI MIGLIORI

Poste Italiane +3,08%

I risultati del 2019 permettono a Poste di brindare nel giorno in cui il Ftse Mib si riporta in area 20.000 punti. Inoltre, l’amministratore delegato Matteo Del Fante, spiega: “Abbiamo provato a inquadrare il problema del virus nell’ambito del business in maniera piu’ analitica e realistica possibile, quantificando gli impatti e spiegando le misure da mettere in campo. Se ci avessero detto tre anni fa che saremmo arrivati qui, nemmeno noi stessi avremmo pensato di riuscire a fare tutto quello che abbiamo fatto”.

Finecobank +1,15%

Rimbalzo per Fineco dopo che la Consob ha reso noto, durante la seduta di ieri, che Aqr Capital Management, dal 4 marzo, ha ridotto le vendite su Fineco dall’1,3% all’1,2%.

 

TITOLI PEGGIORI

Prysmian -6,71%

A picco, con minimi di oltre dieci punti di perdite per Prysmian, maglia nera di seduta su Piazza Affari all’indomani della pubblicazione dei conti 2019, con volumi pari a 1,9 milioni di pezzi a fronte di una media di 1,8 milioni in un’intera seduta dell’ultimo mese. La società ha chiuso il 2019 con un utile netto di 296 milioni, dai 58 milioni del 2018 che includevano però General Cable solo da giugno. I ricavi sono ammontati a 11,51 miliardi, in flessione dello 0,9%. Il Cda ha deliberato di proporre la distribuzione di un dividendo unitario di 0,5 euro per azione, per un ammontare complessivo di circa 132 milioni. Quanto al 2020, la società ha avvertito che ‘lo scenario presenta almeno nel breve termine elementi di incertezza” ha dichiarato il ceo Valerio Battista. Che ha aggiunto: “Per quanto riguarda la guidance 2020, probabilmente non saremo nella parte alta”. I risultati 2019, notano gli analisti di Equita, sono ‘leggermente sotto’ le previsioni ‘a livello operativo’, anche se il free cash flow è migliore del previsto.

 

Eni -6,69%

Soffre il crollo del petrolio, in area 42$ al barile. Ed è il secondo titolo peggiore del listino nonostante abbia sottoscritto un accordo, subordinato all’autorizzazione dell’Antitrust, per la nascita di CircularIT, società dedicata allo sviluppo di impianti per la produzione di bio combustibili e acqua, a riutilizzo industriale e irriguo, tramite l’impiego dei rifiuti organici urbani (FORSU), in linea con un modello di sviluppo circolare. La società sarà partecipata al 51% da Cdp Equity (controllata da Cdp) e al 49% da Eni Rewind (controllata da Eni).

 

ANALISI FTSE MIB

I 20.000 sono arrivati, come non succedeva dal 27 agosto scorso, quando la crisi di governo gialloverde dominava l’attualità. Oggi l’attualità è diversa, c’è un’emergenza sanitaria in atto e un piano governativo per gestirlo. Ma l’emergenza è globale, e non ci sono dati macro che possano invertire la rotta, come quelli pubblicati oggi inerenti alle vendite al dettaglio, che reggono, anzi, crescono a 1,4% dallo 0,8% rilevato precedentemente. Cosa succederà settimana prossima? Si può solo rispondere graficamente: il Ftse ha chiuso a 20.799 e i prossimi supporti si possono individuare a 20.500. Ma il trend resta profondamente negativo: dal 19 febbraio Piazza Affari ha perso il 19% mentre dai massimi del 2 marzo, l’indice ha smarrito l’8%.


Grafico Ftse Mib by TradingView

 

SPREAD

Al di là dell’emergenza in Italia e delle decine di nazioni che stanno chiudendo le frontiere agli italiani, i numeri parlano chiaro: 3.916 i malati di coronavirus in Italia. 197 i morti, 523 guariti. Un’emergenza che presto andrà a impattare l’economia reale, oltre che finanziaria. Inoltre, l‘Iss sta valutando se alzare a “zona rossa” il livello di allarme la Lombardia. Lo spread è salito fino a 190 prima di tornare a quota 180, mentre il decennale Btp resta appena sotto l’1,1%


Grafico Spread by TradingView

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.