Piazza Affari: ultima seduta dell'anno in negativo - Borsa e Finanza

Piazza Affari: ultima seduta dell’anno in negativo

Piazza Affari: ultima seduta dell'anno in negativo

Chiusura con il segno meno a Piazza Affari. La Borsa di Milano ha archiviato l’ultima seduta dell’anno a -1,06% poco sopra i 23.500 punti a 23.506. Piazza Affari ha risentito di un quadro europeo e internazionale affaticato. Gli indici hanno mancato l’attacco e lo sfondamento alle principali resistenze di medio e lungo periodo. Gli oscillatori hanno necessità di scaricarsi e i fondamentali soprattutto americani appaiono tirati.

 

Piazza Affari: quadro tecnico

L’impulso ribassista partito con la seduta di venerdì 20 di dicembre non si è ancora esaurito. Si tratta per ora di un semplice impulso, la tendenza rialzista di breve periodo partita all’inizio del 3 dicembre non si è ancora esaurita, anche l’inclinazione di lungo periodo permane positiva. Il successivo ostacolo alla discesa delle quotazioni è posizionato a 22.400, circa -0,50% dagli attuali livelli.

 

Scenario Fondamentale e i casi di oggi

Guardando alle quotazioni di mercato dei titoli quotati a Piazza Affari da un punto di vista fondamentale, ecco che si nota come il rendimento dell’utile complessivo è molto alto (il 7%). Il ratio Price/Earing quota a 14,19. Sul fronte obbligazionario, un titolo di Stato italiano a 3 anni rende lo 0,04%.

Per quanto riguarda invece i casi di Borsa del giorno, tra i 40 titoli che compongono il paniere FTSE Mib a svettare sono state le azioni di Bpm (+2%), Azimut (+1,7%) e UBI Banca (+1,49%). Se questi sono stati i titoli che hanno attirato il denaro, la lettera si è concentrata su queste 3 azioni: Unipol (-1,61%), Ferrari (-1,91%) e Italgas -2,56%. Sulle quotazioni di Italgas, fanalino di coda dell’ultima seduta di Borsa del 2019, ha pesato la discussione sulla nuova normativa relativa alla distribuzione del Gas in Italia.

Post correlati

TerraUSD: venduti 85.000 Bitcoin per cercare di salvarla dal collasso

Vodafone: balza l’utile netto, azioni pronte a volare?

Azioni value: ecco come hanno preso il sopravvento sui titoli growth

DiaSorin: analisti apprezzano accordo con Brahms, cosa fare con azioni?

Junk bond Asia: in 18 mesi bruciati 100 miliardi bruciati, ecco perché

Lascia un commento