Rendere più intelligente la produzione alimentare sostenibile - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Rendere più intelligente la produzione alimentare sostenibile

Rendere più intelligente la produzione alimentare sostenibile

La stabilità e la sicurezza dell’approvvigionamento alimentare mondiale non possono più essere date per scontate. Molteplici fattori stanno aumentando la domanda nello stesso momento in cui l’offerta è sotto pressione. C’è una chiara necessità di cambiamento per garantire a tutti l’accesso a fonti alimentari sane, sostenibili e affidabili. Ma in questo caso, l’impatto della tecnologia potrebbe non essere sufficiente. Dobbiamo anche ripensare il modo in cui viene gestito il sistema alimentare tradizionale per garantire che diventi più adattabile, resiliente e sostenibile.

Le sfide della domanda e dell’offerta

La sicurezza alimentare è una delle sfide più critiche del mondo. Diversi fattori convergenti evidenziano la fragilità della filiera agroalimentare. In primo luogo, la domanda è in aumento. Si prevede che la popolazione mondiale raggiungerà i 10 miliardi di persone entro il 2050 e questo creerà un divario alimentare del 56% tra la quantità di calorie prodotte nel 2010 e la domanda prevista nel 2050. Tuttavia, le pressioni sull’approvvigionamento alimentare non riguardano solo l’aumento del numero di bocche da sfamare: l’aumento del tenore di vita e il passaggio dalle popolazioni rurali a quelle urbanizzate hanno portato a un aumento del consumo di alimenti ad alta intensità di risorse e di origine animale.In secondo luogo, anche la sicurezza alimentare deve affrontare sfide di approvvigionamento. In questo decennio, le catene di approvvigionamento globali sono state travolte dalla pandemia, dalla guerra in Ucraina e da eventi meteorologici estremi. Secondo l’aggiornamento sulla sicurezza alimentare della Banca Mondiale di dicembre 2023, la prevalenza di una grave insicurezza alimentare globale ha raggiunto il picco dell’11,9% a livello globale nel 2020-2022 e ha visto solo un leggero miglioramento a breve termine all’11,6% (2022-2023).Ciò rappresenta una questione importante, perché il semplice aumento della produzione di cibo attraverso i metodi convenzionali non risolverà questi problemi. L’accesso ai terreni coltivabili sta diminuendo e la crescita delle rese si è appiattita. La produzione alimentare deve essere realizzata in modo da ridurre l’impatto ambientale e rimanere entro i limiti del pianeta. E piuttosto che cercare semplicemente di aumentare la quantità di cibo, è necessario concentrarsi maggiormente sulla fornitura di alimenti nutrienti e sani. Infine, fenomeni di spreco si verificano in tutte le fasi della catena di approvvigionamento alimentare: nella produzione, nella lavorazione, nella vendita al dettaglio, nello stoccaggio e nel trasporto. L’ultimo Food Waste Index Report 2024 delle Nazioni Unite rileva che il 19% del cibo reso disponibile ai consumatori è andato perso, oltre a circa il 13% di quello perso nella catena di approvvigionamento. L’entità dello spreco alimentare contribuisce notevolmente agli squilibri tra domanda e offerta e rappresenta un ostacolo continuo nella sfida della sicurezza alimentare.

 

Cambiamento climatico: un effetto domino

Il cambiamento climatico sta diventando una delle maggiori minacce al modo in cui produciamo cibo. L’aumento degli eventi meteorologici, combinato con i cambiamenti climatici, significa che molte regioni agricole stanno cambiando o si stanno riducendo, con conseguente contrazione dei raccolti per gli agricoltori.Nel 2023, gli impatti  di La Niña  e El Niño,  il riscaldamento e il raffreddamento della temperaturasuperficiale del mare nel Pacifico equatoriale, hanno ridotto l’offerta globale di riso, mantenendo i prezzi della derrata elevati per tutto l’anno. Le forti piogge che hanno colpito l’Europa lo scorso anno hanno portato a uno dei raccolti di patate più bassi mai registrati nella regione, e un recente studio ha suggerito che i raccolti globali potrebbero potenzialmente diminuire dal 18% al 32% entro i prossimi 45 anni. Infine, il caldo intenso e le condizioni di siccità nel Mediterraneo hanno portato a un’umidità del suolo insufficiente che ha influito negativamente sugli ulivi, con una conseguente riduzione del 50% della produzione spagnola di olio d’oliva e un corrispondente aumento dei prezzi.L’effetto domino del cambiamento climatico sta avendo un impatto di vasta portata sulla sicurezza alimentare globale, limitando le forniture, facendo aumentare l’inflazione alimentare e spingendo all’attuazione di misure protezionistiche. Le misure di adattamento sono fondamentali per garantire un approvvigionamento alimentare più resiliente.Questo articolo continua. Leggi Tutto

 

 

 

 

Disclaimer

BNP PARIBAS ASSET MANAGEMENT Europe è una società di gestione di investimenti autorizzata in Francia dalla “Autorité des Marchés Financiers (AMF) con il numero GP 96002; società per azioni, ha sede legale al n. 1 di boulevard Haussmann, 75009 Parigi, Francia, RCS Paris 319 378 832.

Il presente documento è redatto dalla suddetta società di gestioni di investimenti. Ha natura pubblicitaria e viene diffuso con finalità promozionali, è prodotto a mero titolo informativo e non costituisce:

  1. un’offerta di acquisto o una sollecitazione di vendita; non costituirà la base di qualsivoglia contratto o impegno né ci si potrà fare affidamento in relazione a questi ultimi; 
  2. una consulenza finanziaria.

Il presente documento fa riferimento a uno o più strumenti finanziari autorizzati e regolamentati nella giurisdizione in cui hanno sede legale.Non è stata avviata alcuna azione finalizzata a permettere l’offerta pubblica degli strumenti finanziari in altre giurisdizioni, salvo quanto indicato nella versione più recente del prospetto e nel documento contenente le informazioni chiave per l’investitore (KID) degli strumenti finanziari, in cui una tale azione sarebbe necessaria e, in particolare, negli Stati Uniti, a US persons (ai sensi del Regolamento S del United States Securities Act del 1933). Prima di effettuare una sottoscrizione in un Paese in cui gli strumenti finanziari sono autorizzati, gli investitori devono verificare gli eventuali vincoli o restrizioni legali potenziali relativi alla sottoscrizione, all’acquisto, al possesso o alla vendita degli strumenti finanziari in questione.Gli investitori che intendano sottoscrivere degli strumenti finanziari devono, prima dell’adesione, leggere attentamente la versione più recente del prospetto e del documento contenente le informazioni chiave per l’investitore (KID) e consultare l’ultima relazione finanziaria pubblicata sugli strumenti finanziari in questione. Questa documentazione è disponibile nella lingua del collocatore o in inglese, gratuitamente presso le sedi dei collocatori e le filiali dei soggetti incaricati dei pagamenti, nonché sul sito web della società di gestione di investimenti www.bnpparibas-am.com, nella sezione “Panorama dei fondi”.Le opinioni espresse nel presente documento rappresentano il parere della società di gestione di investimenti alla data indicata e sono soggette a modifiche senza preavviso. La società di gestione di investimenti non è obbligata ad aggiornare o a modificare le informazioni e le opinioni contenute nel presente documento. Si raccomanda agli investitori di consultare i loro abituali consulenti finanziari, legali e fiscali per valutare l’adeguatezza e l’opportunità di investire negli strumenti finanziari. Si noti che i diversi tipi di investimento, se contenuti in questo documento, comportano gradi di rischio differenti e nessuna garanzia può essere fornita circa l’adeguatezza, l’idoneità o la redditività di un investimento specifico sul portafoglio di un cliente o potenziale cliente.Tenuto conto dei rischi di natura economica, finanziaria e di sostenibilità e integrazione ESG, non può essere offerta alcuna garanzia che gli strumenti finanziari raggiungano i propri obiettivi d’investimento. Le performance possono variare in particolare in funzione degli obiettivi o delle strategie di investimento degli strumenti finanziari e di condizioni economiche e di mercato rilevanti, come i tassi di interesse. Le diverse strategie applicate agli strumenti finanziari possono avere un impatto significativo sui risultati presentati in questo documento. Le performance passate, ove illustrate, non sono garanzia di risultati futuri e il valore degli investimenti negli strumenti finanziari può, per sua natura, diminuire oltre che aumentare. È possibile che gli investitori non recuperino l’importo inizialmente investito.I dati di performance, se presenti nel documento, non tengono conto dei costi, delle commissioni e degli oneri fiscali. È possibile consultare la sintesi dei diritti degli investitori visitando il sito www.bnpparibas-am.com/it-it/. BNP PARIBAS ASSET MANAGEMENT Europe si riserva la facoltà di cessare la commercializzazione degli organismi d’investimento collettivo del risparmio (OICR) nelle ipotesi previste dalla regolamentazione applicabile.“The sustainable investor for a changing world” riflette l’obiettivo di BNP PARIBAS ASSET MANAGEMENT Europe di includere lo sviluppo sostenibile nel quadro delle sue attività, anche se non tutti gli OICR soddisfano le previsioni indicate all’articolo 8, con una quota minima di investimenti sostenibili, o art. 9 del Regolamento Europeo 2019/2088 in merito all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (Sustainable Finance Disclosure Regulation – SFDR). Puoi trovare maggiori informazioni visitando il sito www.bnpparibas-am.com/en/sustainability.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *