Wall Street: ecco il podio delle azioni più scambiate quest'anno - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Wall Street: ecco il podio delle azioni più scambiate quest’anno

Wall Street: ecco il podio delle azioni più scambiate quest'anno

Gli investitori di tutto il mondo si concentrano spesso sul rendimento delle azioni a Wall Street, ma a volte trascurano un dato molto importante che riguarda il livello dello scambio dei titoli. Questo viene determinato moltiplicando il valore di ogni singola azione per il numero delle azioni scambiate. Il risultato ne determina la volatilità del titolo e rende l’idea di quanto esso sia attenzionato dagli investitori per svariati motivi. Di seguito vedremo una classifica delle 3 azioni più scambiate alla Borsa americana, mettendo in evidenza le cifre riguardo il trading e anche il rendimento che hanno avuto sul mercato.

 

Wall Street: la classifica delle azioni più negoziate

In questa graduatoria prendiamo i risultati di un’analisi del London Stock Exchange Group che riporta le azioni passate di mano nelle ultime 30 sessioni di Borsa fino all’ultima chiusura settimanale del 16 febbraio 2024. Dallo studio risulta che Nvidia comanda la classifica, scavalcando proprio in tempi recenti Tesla che per anni ha dettato legge. Alle spalle dei due colossi tech si colloca Apple, che ha perso smalto negli ultimi anni. Ecco nel dettaglio tutti i numeri.

 

Nvidia

Le azioni più scambiate sono quelle di Nvidia. Non poteva essere altrimenti, visto che il più grande produttore di chip del mondo rappresenta il titolo del momento a Wall Street. Dopo aver guadagnato posti nella classifica delle aziende più capitalizzate del mondo, superando colossi del calibro di Amazon e Alphabet e posizionandosi al quarto posto, ora Nvidia ha conquistato il primato delle azioni più tradate. Nel periodo considerato, il titolo Nvidia ha registrato una media di 30 miliardi di dollari di azioni scambiate. Il fascino della società di Santa Clara scaturisce dalla presenza in prima linea nel campo dell’intelligenza artificiale, grazie a cui si prevedono importanti sviluppi del business e grandi profitti. Quest’anno le azioni Nvidia hanno guadagnato il 46,63% fino al 16 febbraio.

 

Tesla

Tesla occupa il secondo posto con 22 miliardi di dollari. Per diverso tempo dal 2020, la casa automobilistica americana ha dominato il trading giornaliero, superando per ben 5 volte quota 35 miliardi di dollari. Ultimamente c’è stato un calo di interesse da parte dei trader, in quanto l’entusiasmo intorno al settore delle auto elettriche si è smorzato. Inoltre, gli investitori non hanno apprezzato l’ultima trimestrale che ha mostrato un calo dei margini aziendali a causa della guerra dei prezzi innescata dall’azienda. Da inizio 2024 e fino all’ultima chiusura settimanale, il titolo Tesla ha perso il 19,53%.

 

Apple

Il podio è completato da Apple, con poco oltre 10 miliardi di dollari di azioni scambiate. Nell’ultima parte del 2020, Cupertino aveva raggiunto un picco di circa 24 miliardi di dollari, perché in periodo di pandemia c’era stato un boom di richieste dei prodotti Apple con i lockdown, il che ha generato un grande interesse per le azioni. Recentemente il colosso guidato da Tim Cook ha perso le luci della ribalta per via del rallentamento del mercato degli iPhone e di una presenza fiacca dell’azienda nel settore dell’intelligenza artificiale. Per diverso tempo Apple è stata la società più capitalizzata del mondo superando la soglia di 3.000 miliardi di valore di mercato. Quest’anno ha dovuto cedere la corona a Microsoft, a seguito di una performance da inizio 2024 e fino al 16 febbraio del -5,31% a Wall Street.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *