Azioni europee: cali in vista a causa dell'instabilità politica? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni europee: cali in vista a causa dell’instabilità politica?

Azioni europee: cali in vista a causa dell'instabilità politica?

L’incertezza politica rappresenterà un ostacolo significativo per le azioni europee, almeno nel breve periodo. Questo è quanto sostenuto dagli analisti di JP Morgan Chase, che vedono nelle prossime elezioni francesi un rischio rilevante. “I mercati azionari dell’Eurozona hanno registrato una relativa stabilizzazione nella prima metà dell’anno, per poi calare di recente a causa dell’aumento dell’incertezza politica in Francia”, hanno scritto gli esperti. Dopo l’esito delle elezioni europee, il presidente francese Emmanuel Macron ha scioccato i mercati con l’annuncio a sorpresa dello scioglimento del parlamento francese come effetto della disfatta del suo partito Renaissence al voto del 6-9 giugno. Ciò ha provocato forte una turbolenza a livello politico che si è riflessa su tutte le Borse del Vecchio Continente. In particolare, il CAC 40 ha perso 4,66 punti percentuali dal 10 giugno (giorno dopo le urne) all’ultima seduta di chiusura di venerdì scorso.

A spaventare gli investitori è la prospettiva che il partito di destra Rassemblement National di Marine Le Pen – in netto vantaggio nei sondaggi e quindi principale candidato a governare la Francia – possa dar seguito ad alcune promesse in campagna elettorale mettendo a rischio la stabilità dell’Unione europea e di riflesso dei mercati finanziari. “È probabile che il Rassemblement National ottenga una percentuale di voti maggiore di quella attualmente prevista”. Se così fosse, un governo guidato da Marine Le Pen “potrebbe mettere in discussione le attuali le politiche fiscali del blocco attraverso misure di bilancio più espansive”, hanno scritto gli analisti di JP Morgan. Di conseguenza, “i mercati finanziari potrebbero reagire male con l’effetto di potenziali ulteriori cali delle azioni europee”, hanno suggerito.

 

Azioni europee: ecco dove investire

Per ora quindi non è il caso di investire nelle azioni europee, rimarca JP Morgan, benché “i fondamentali economici della regione siano più solidi rispetto a quelli degli Stati Uniti”. Tra l’altro, Bruxelles è meno impelagata nelle diatribe di carattere geopolitico con la Cina e la Banca centrale europea sta attuando una politica monetaria più espansiva rispetto alla Federal Reserve. A questo si aggiunge il fatto che le valutazioni azionarie nei mercati europei sono basse in questo momento. Ciò nonostante, JPMorgan ritiene che gli investitori non dovrebbero avere fretta, in quanto le stesse valutazioni “non hanno raggiunto ancora un punto tale da far sì che le azioni siano considerate eccessivamente vendute”. Per questo, è meglio aspettare “gli sviluppi politici, soprattutto sulle prossime elezioni francesi”, ha sottolineato il più grande istituto finanziario del mondo.

Nella seconda parte dell’anno, lo scenario potrebbe cambiare e JP Morgan rileva opportunità più favorevoli per investire nelle azioni europee. Per il momento, comunque, gli analisti suggeriscono la possibilità di puntare sui settori meno sensibili ai cicli economici, restando cauti riguardo il settore dei consumi. Inoltre, la banca USA preferisce le aziende cha hanno una prospettiva di crescita più forte rispetto a società di buon valore ma con prospettive più lente.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *