Fed: stasera la decisione sui tassi d'interesse, ci sarà una pausa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Fed: stasera la decisione sui tassi d’interesse, ci sarà una pausa?

Fed: stasera la decisione sui tassi d'interesse, ci sarà una pausa?

Riflettori accesi questa sera sulla comunicazione della decisione sui tassi d’interesse della Federal Reserve (Fed), al termine della due giorni di riunione. La Banca centrale statunitense dovrebbe prendersi una pausa, dopo ben 10 aumenti consecutivi volti a fermare l’inflazione più elevata degli ultimi 40 anni. Il costo del denaro presumibilmente rimarrà oggi nell’intervallo 5%-5,25%, anche se entro la fine dell’anno le aspettative sono per almeno un altro rialzo di un quarto di punto.

Sarà estremamente importante ascoltare le parole del governatore Jerome Powell in conferenza stampa, dalle quali si percepiranno le intenzioni della Fed per i prossimi mesi. L’istituto centrale pubblicherà stasera anche il “dot plot” aggiornato che raduna le previsioni dei funzionari relativamente ai tassi fino alla fine del 2025. Nell’ultimo aggiornamento di marzo, la maggior parte dei responsabili politici aveva stimato nessun rialzo dei tassi dei Fed funds oltre il livello attuale, per effetto soprattutto della crisi bancaria che si abbattutasi sugli Stati Uniti e le cui conseguenze in quel momento erano difficili da prevedere.

Oggi il quadro risulta essere più chiaro ma sempre complesso, poiché l’economia forte – in particolare sul fronte del mercato del lavoro – potrebbe risvegliare un’inflazione che al momento è in costante discesa. I dati di ieri sull’indice dei prezzi al consumo hanno confermato un contesto inflazionistico in indebolimento, con una crescita a maggio del 4%, al di sotto del 4,9% di aprile e del 4,1% atteso dagli analisti. Oggi la Fed rilascerà anche le stime di crescita e di disoccupazione, oltre quelle sull’inflazione.

 

Fed: per gli economisti ci sarà una pausa, ma…

Il FOMC rimane diviso se confermare o meno le proiezioni sui tassi rilasciate in marzo. I falchi della Fed spingono per portare il tasso terminale oltre il 5,4%. Tra questi ci sono il presidente della Fed di Minneapolis Neel Kashkari, il presidente della Fed di Dallas Lorie Logan e il governatore Christopher Waller. Gli economisti intervistati da Bloomberg per il momento si aspettano che tutto rimanga invariato.

“La Fed probabilmente manterrà i tassi in sospeso alla riunione del FOMC di giugno per la prima volta da quando ha iniziato questo ciclo di rialzi nel marzo 2022. Il presidente Jerome Powell probabilmente manterrà una propensione verso un nuovo aumento nella riunione di luglio” hanno scritto gli analisti di Bloomberg Intelligence.

A giudizio di Dean Maki, capo economista di Point72 ed ex ricercatore della Fed, questa sarà una delle conferenze stampa più difficili per il presidente Powell: “Penso che mirerà a mantenere ragionevolmente alta la probabilità di un rialzo a luglio”. Lindsey Piegza, capo economista di Stifel Nicolaus & Co, sottolinea invece come l’inflazione sia ancora tropo alta, per cui sarà importante mettere in chiaro che l’obiettivo di lungo termine dell’autorità monetaria non è stato ancora raggiunto. “La Fed ha aperto la porta per una pausa e non attraversare quella porta ora causerebbe preoccupazioni inutili. Ma dovranno comunicare che il loro lavoro non è finito”, ha affermato.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *