Wall Street: Goldman Sachs vede l'S&P 500 a 5.200 punti - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Wall Street: Goldman Sachs vede l’S&P 500 a 5.200 punti

Wall Street: Goldman Sachs vede l'S&P 500 a 5.200 punti

Gli strategist di Goldman Sachs hanno alzato gli obiettivi per l’indice S&P 500 a Wall Street. Dopo che il più importante benchmark americano ha varcato la soglia psicologica di 5.000 punti nelle sedute degli ultimi giorni, la banca americana vede ora un traguardo di 5.200, del 4% in più rispetto alle quotazioni attuali dell’indice e di quasi il 2% oltre i 5.100 previsti a metà dicembre 2023.

Il motivo dell’aggiornamento sta soprattutto nelle proiezioni di profitto più elevate riguardo le aziende dell’S&P 500. Goldman Sachs prevede utili per azione di 241 dollari per il 2024 e di 256 dollari per il 2025, rispetto alle precedenti stime rispettivamente di 237 e 250 dollari. Le previsioni sono ben al di sopra della media di 235 dollari degli altri strategist per quest’anno. “La crescita economica più forte e i maggiori profitti per i settori della tecnologia dell’informazione e dei servizi di comunicazione, che contengono cinque dei cosiddetti titoli dei Magnifici Sette tra cui Apple, Microsoft, Nvidia, Alphabet e Meta Platforms” sono alla base di un’aspettativa più ottimistica, hanno scritto gli esperti dell’istituto finanziario statunitense.

Il capo strategist David Kostin ha aggiunto che “un dollaro leggermente più debole sosterrà l’EPS, mentre tassi e prezzi del petrolio più bassi saranno un leggero freno”. Anche i margini operativi dovrebbero migliorare, ma in misura molto minore, poiché “i costi dei fattori produttivi, come la crescita dei salari, continuano a moderarsi insieme a una robusta crescita delle vendite e a un’ulteriore disinflazione dei prezzi solo modesta”, ha concluso Kostin.

Per quel che riguarda i multipli dell’S&P 500, Goldman Sachs si aspetta che rimangano ai livelli attuali di price/earnings di 20 volte, “rendendo la crescita degli utili il motore principale dei rialzi quest’anno”.

 

Wall Street: le altre previsioni per l’S&P 500

L’indice S&P 500 è salito nel 2024 del 4,94%, dando continuità all’ottima performance del 24,23% dello scorso anno. A guidare il rally sono state le aspettative del taglio dei tassi di interesse quest’anno della Federal Reserve e il boom dell’intelligenza artificiale che si è riflesso sui conti aziendali e ha posto le condizioni per prospettive entusiasmanti nei bilanci dei prossimi anni. Ora, il target price di 5.200 punti di Goldman Sachs rientra nel novero delle previsioni più alte di Wall Street. Una stima di quel livello attualmente si trova nei grandi tori azionari Tom Lee, strategist di Fundstrat Global Advisors, e John Stoltzfus, capo strategist di Oppenheimer Asset Management.

Gli altri sono più cauti. In media l’obiettivo per l’S&P 500 si aggira intorno ai 4.950 punti. “Il più grande rischio per l’S&P 500 nel breve termine è l’eccessivo entusiasmo per il rialzo”, ha dichiarato Savita Subramanian di Bank of America. Tuttavia, per quanto riguarda il breve termine, ha aggiunto che l’obiettivo di prezzo della banca di 5.000 punti “è probabilmente troppo basso”.

Michael Wilson di Morgan Stanley conferma il suo target a 4.500, ovvero al 10% in meno rispetto all’ultima chiusura di Wall Street. “I guadagni del mercato azionario statunitense ora riguarderanno altri titoli rispetto alle grandi società tecnologiche che hanno dominato il rally finora”, ha affermato.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *