Axa IM lancia il suo primo ETF attivo sul credito - Borsa&Finanza

Axa IM lancia il suo primo ETF attivo sul credito

La sede di Axa a Milano

Ha iniziato oggi le contrattazioni sul mercato ETFPlus di Borsa Italiana il nuovo ETF attivo di Axa IM che investe su obbligazioni societarie europee investment grade legate alla transizione climatica. Axa IM Euro Credit PAB UCITS ETF, questo il nome del fondo, è identificato dal ticker AIPE e dal codice ISIN IE000JBB8CR7. Ha un Ter annuo (Total expense ratio) dello 0,2% e prevede costi di ingresso e di uscita massimi del 3%.

Il fondo è ad accumulazione dei profitti ed è quotato in euro. Il suo obiettivo è sovraperformare il benchmark mediante una gestione attiva basata sull’indice ICE BofA Euro Corporate Paris Aligned (Absolute Emissions). Investendo in obbligazioni corporate investment grade di società europee il fondo viene classificato dall’indicatore di rischio a 2 su 7.

Il portafoglio, gestito in modo fisico, è composto da 250-300 obbligazioni e la sua costruzione si basa su tre pilastri:

 

  1. Selezione del credito;
  2. Monitoraggio del rischio di credito sviluppato dai team di ricerca di Axa IM;
  3. Obiettivo di emissioni assolute di CO2 inferiore o uguale al benchmark.

 

Demis Todeschini, head of ETFs Italy di Axa IM
Demis Todeschini, head of ETFs Italy di Axa IM

“Siamo lieti di quotare in Italia questo primo nostro ETF fixed income che intende rispondere alle crescenti esigenze degli investitori domestici interessati non solo a cogliere in modo attivo le opportunità offerte dagli interessanti rendimenti dei corporate investment grade in euro ma anche a contribuire positivamente al raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di Co2 coerentemente all’accordo di Parigi sul clima” ha commentato Demis Todeschini, head of ETFs Italy di Axa IM.

Axa IM Euro Credit PAB UCITS ETF è classificato come articolo 8 della Sustainable Finance Disclosure Regulation. I fondi articolo 8 promuovono caratteristiche sociali e/o ambientali e contribuiscono al raggiungimento di obiettivi sociali e/o ambientali.

 

Strategia Paris aligned per Axa IM

Il fondo quotato da Axa IM in Borsa Italiana vuole rispondere alle due forti richieste manifestate dagli investitori italiani negli ultimi anni. La prima riguarda la sicurezza dell’investimento, vista la tradizionale bassa propensione al rischio. Su questo fronte l’asset class obbligazionaria investment grade riesce a offrire rendimenti più elevati rispetto ai bond governativi con un grado di solidità delle aziende investite elevato. A fine luglio 2023 i corporate investment grade dell’area euro rappresentavano l’8,3% del totale delle masse investite in ETF in Italia.

La seconda domanda è quella di una partecipazione sempre più forte ai trend della transizione climatica. Nei primi sette mesi del 2023 gli ETF Euro corporate bond ESG hanno attratto nuovi investimenti per circa 500 milioni a fronte dei 177 milioni di Euro di deflussi registrati dagli ETF Euro corporate non ESG secondo quanto illustrato da Axa IM nella presentazione del prodotto.

L’ETF attivo dell’emittente francese si concentra su un universo di investimento Paris Aligned imponendosi un obiettivo di emissioni assolute di CO2 delle società le cui obbligazioni sono detenute in portafoglio inferiore o uguale a quello del benchmark PAB. Gli indici Paris Aligned vengono strutturati con l’obiettivo di contenere il riscaldamento terrestre entro 1,5 gradi Celsius al di sopra dei livelli preindustriali entro il 2050.

AUTORE

Alessandro Piu

Alessandro Piu

Giornalista, scrive di economia, finanza e risparmio dal 2004. Laureato in economia, ha lavorato dapprima per il sito Spystocks.com, poi per i portali del gruppo Brown Editore (finanza.com; finanzaonline.com; borse.it e wallstreetitalia.com). È stato caporedattore del mensile Wall Street Italia. Da giugno 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *