Goldman Sachs: oggi la trimestrale, ecco cosa aspettarsi - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Goldman Sachs: oggi la trimestrale, ecco cosa aspettarsi

La sede di Goldman Sachs

Goldman Sachs riporterà i dati del primo trimestre poco prima del suono della campanella di apertura di Wall Street. Gli investitori cercano conferme della buona tenuta del settore bancario alla crisi finanziaria in corso, dopo i rilasci della scorsa settimana di JPMorgan Chase, Wells Fargo e Citigroup. Finora tutte hanno superato le aspettative degli analisti, grazie in particolare al reddito da interessi netti scaturito dal rialzo dei tassi della Federal Reserve e al trading obbligazionario. Tuttavia, ci sono due osservazioni da fare. Una riguarda il fatto che la crisi bancaria si è manifestata nell’ultima parte del trimestre, quindi i risultati delle banche ne hanno incorporato solo parzialmente gli effetti. Un’altra consiste nel trasferimento di fondi dai depositi delle banche più piccole a quelli degli istituti più grossi e sicuri, ragion per cui la crisi nelle big bank si è fatta sentire meno.

 

Goldman Sachs: le attese degli analisti

Per quel che riguarda Goldman Sachs, però, occorre fare una distinzione importante. A differenza degli altri colossi finanziari che hanno pubblicato i conti trimestrali finora e che sono maggiormente diversificati, Goldman Sachs ottiene la maggior parte delle sue entrate non dall’intermediazione creditizia e dal retail banking, ma dal trading e dall’investment banking. Questo può essere un problema, almeno sul fronte dell’investment banking. Tale unità infatti è attesa in calo a causa dello stallo delle operazioni di M&A e delle quotazioni in Borsa, essendo che i mercati sono stati investiti da forti turbolenze negli ultimi mesi e le aziende hanno tendenzialmente rinunciato alle operazioni di finanza straordinaria.

Quindi, la partita probabilmente si giocherà sul versante delle attività di trading, ovvero quanto queste siano state produttive per la banca nel primo trimestre dell’anno. I segnali che arrivano da JPMorgan e Citi sono incoraggianti, dal momento che le due banche hanno realizzato profitti dal trading obbligazionario oltre le stime degli analisti. Goldman è molto focalizzata sugli scambi obbligazionari a Wall Street, quindi le premesse sono positive.

In termini numerici, il consensus si aspetta utili per azione di 8,10 dollari, in calo del 25% su base annua, mentre i ricavi dovrebbero aggirarsi sui 12,79 miliardi di dollari, l’1,1% in meno anno su anno. All’interno dei ricavi complessivi, gli analisti stimano entrate da trading a reddito fisso di 4,16 miliardi di dollari e da trading azionario di 2,9 miliardi di dollari. Per quel che concerne l’investment banking, le attese sono per introiti di 1,44 miliardi di dollari.

 

Due importanti aggiornamenti

Molto attesa sarà la conferenza stampa della società in merito a due aggiornamenti. Il primo riguarda la strategia per il business sulle piattaforme consumer, annunciata a febbraio dall’amministratore delegato David Solomon. L’unità include il prestatore specializzato GreenSky e le partnership sulle carte di credito con Apple Inc. e General Motors Co. L’ad ha parlato di un ridimensionamento delle attività senza scendere nei dettagli.

Il secondo aggiornamento si riferisce al lancio del nuovo conto di risparmio in partnership con Apple, che offre un rendimento netto del 4,15% all’anno, praticamente dieci volte di più rispetto al tasso medio nazionale che viene riconosciuto dagli istituti di credito sui depositi secondo i dati della Federal Deposit Insurance Corporation. Lo stesso conto di risparmio autonomo di Goldman, che opera con il marchio Marcus e che non è mai decollato del tutto, rende il 3,9%.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *