Piazza Affari in stand-by aspetta novità su Manovra e Mes. Corre la Lazio
Cerca
Close this search box.

PIAZZA AFFARI IN STAND-BY, CORRE LA LAZIO

piazza affari

Piazza Affari in attesa dei risvolti sulla Manovra e sul Mes. La Lazio batte tutti anche sul listino principale, mentre rimangono i dubbi sul futuro di Mediaset

Avvio incerto per le Borse europee, in una giornata scarica di dati macroeconomici ma molto ricca di notizie sul piano finanziario e globale. Piazza Affari si prende una pausa di riflessione, con il Ftse Mib che consolida i livelli di venerdì scorso, sopra i 23.200. Non sembra intaccato il trend positivo, nonostante la scivolata in area negativa, fino a un minimo di 23.113 (-0,27 per cento) nelle prime ore di contrattazione.

ftsemib

A dare un po’ di fiato alle contrattazioni il saldo della bilancia commerciale tedesca, tornata in crescita di 20,6 miliardi di euro, dopo le contrazioni dei mesi passati.

Rimane l’incertezza legata soprattutto alle questioni politiche interne e alla riforma del Mes per la quale nemmeno il rinvio del voto ottenuto dall’Europa è servito ad acquietare gli animi. Mercoledì prossimo, il premier Giuseppe Conte si presenterà di fronte al Parlamento, per la seconda volta nel giro di pochi giorni, per difendere l’azione del governo sulla riforma del Mes. Questa volta, a differenza di quanto avvenuto lunedì scorso, è previsto un voto sulle risoluzioni che i vari gruppi presenteranno a Bruxelles e, in mancanza di un accordo nella maggioranza su un documento unitario, potrebbe avere ricadute sulla tenuta del governo. Il leader M5S Luigi Di Maio, che oggi sarà a Bruxelles in veste di ministro, ha abbassato di molto i toni ma rimane l’ipotesi che i pentastellati, da sempre contrari all’attuale formulazione del Trattato sul Fondo Salva-Stati, possano presentare una risoluzione in autonomia, per evidenziare le differenze e mettere a dura prova la tenuta dell’esecutivo.

Questa settimana si dovrà procedere spediti anche con l’approvazione delle modifiche alla Manovra finanziaria, con il voto atteso per venerdì in Senato. Il testo della manovra sarà blindato (con il voto di fiducia) in entrambi i passaggi parlamentari, soprattutto a Montecitorio, dove arriverà senza possibilità di modifiche.

Sensibile al flusso di notizie, lo spread btp-bund balla tra i 159 punti base di minimo e i 165 pb di massimo, con il decennale tedesco ritornato a un rendimento di -0,31 per cento e quello italiano a 1,31 per cento.

btpbund

Da tenere sotto stretta osservazione anche il cambio eur/usd, in vista delle riunioni di Fed e Bce di questa settimana. Il consensus non prevede nessuna modifica alle scelte di politica monetaria ma, come sempre, saranno le parole di Jerome Powell prima e Christine Lagarde dopo a indicare il percorso che intendono seguire nel 2020. Oggi il cambio eur/usd è stabile a 1,1066, in frazionale rialzo, dopo la discesa fino a 1,1041 di venerdì scorso in scia ai buoni dati americani sulla variazione dell’occupazione non agricola.

eurusd

TITOLI MIGLIORI

Buona la performance di Atlantia che recupera lo 0,64 per cento, portandosi a 20,42 euro, dopo i ribassi delle prime sedute di dicembre (sulla notizia della revoca delle concessioni ad Autostrade per l’Italia) sembra aver invertito il trend sul supporto a 19,48.

Seguono in positivo Banco Bpm a 2,020 (+0,50 per cento) e STM (+0,48 per cento) a 23,100.

ATLANTIA

TITOLI PEGGIORI

In territorio negativo troviamo Azimut a 21,98 euro che perde il 2,05 per cento. Negativi anche i titoli di Salvatore Ferragamo (-1,78 per cento a 18,73) e Moncler (-1,37 per cento a 41,62) che prendono fiato dopo i rialzi delle precedenti sedute.

azimut

SOTTO LA LENTE

Sotto la lente oggi le azioni della Lazio che, nella partita di sabato, ha battuto la Juventus per 3 a 1. La settima vittoria consecutiva del club biancoceleste che gli ha fatto guadagnare circa il 6% in apertura di seduta arrivando a 1,3579 euro per azione.

Fca perde lo 0,31 per cento, muovendosi in laterale, mentre dalla società fanno sapere di aver presentato ricorso contro la decisione dell’Unione Europea di far pagare 30 milioni di euro in tasse arretrate in Lussemburgo, in merito ad alcuni aiuti di stato che la società avrebbe ricevuto dal Paese.

Ancora aperta la partita Mediaset-Vivendi: un giudice di Milano si è riservato di decidere fino all’inizio del prossimo anno sulla richiesta di Vivendi di sospendere la riorganizzazione sul progetto di riassetto europeo del gruppo Mediaset. Il titolo del Biscione perde lo 0,40 per cento dopo lo slancio rialzista di venerdì.

LAZIO

Grafici by TradingView

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *